Gigabit, 4G, Gigabyte: ma che differenza c'e'?

7:11:42 1932 stampa questo articolo
 internet technology internet technology

A cosa si riferiscono questi termini ormai sempre più utilizzati in tanti settori della nostra vita?

Sono parole che utilizziamo o leggiamo ogni giorno: Giga, Gigabyte, 4G… ma sappiamo davvero cosa significano? È vero,i termini sono molto simili, ma si riferiscono a realtà diverse, seppur tutte attinenti alle tecnologie digitali. Ma poiché si assomigliano così tanto è facile usarli indistintamente, esprimendosi in modo non corretto.

Ecco perché magari si confondono i Giga di traffico disponibili per il proprio smartphone con la rete 4G con cui li si utilizza, oppure con la velocità della propria connessione internet. In questo articolo proveremo a fare chiarezza, definendo con maggior precisione, ma senza troppi tecnicismi, in quali ambiti è corretto usare questi termini.

Gigabit, Megabit, Kilobit: cosa sono?

I Gigabit sono un multiplo dei Megabit e dei Kilobit, le unità di misura a cui si fa riferimento quando si parla della velocità di trasferimento dati di una rete informatica. I Gigabit corrispondono a 1000 Megabit, che a loro volta sono equivalenti a 1000 Kilobit.
Per la precisione, spesso si usano questi termini come abbreviazioni: tecnicamente ci si riferisce sempre alla quantità di dati trasferiti ‘al secondo’; quindi, ad esempio, quando si parla di una connessione internet a 7 Mega, si sottintende che questa ci garantirà una capacità di trasferimento dati appunto di 7 Mega ogni secondo.

Le connessioni con velocità superiore a 2 Mega sono dette anche a banda larga: questo perché i dati ‘viaggiano’ sempre alla stessa velocità, ma ciò che realmente cambia è la quantità di questi che passa simultaneamente attraverso lo stesso mezzo. Per capirci, la differenza è simile a quella tra un’autostrada a tre corsie rispetto ad una stradina campagna: lo stesso numero di macchine ci metterà molto meno a percorrere un chilometro della prima piuttosto che della seconda.

Per questo, quando si parla ad esempio di cosa si può fare con una linea ADSL a 20 Mega rispetto ad una meno performante, a far la differenza è proprio la larghezza della banda, piuttosto che la reale velocità a cui si muovono i pacchetti di dati.

Nello scegliere la velocità della propria Adsl è bene quindi sapere che una connessione a 7 Mega faticherà a dare prestazioni adeguate se si connettono tanti dispositivi insieme, o se si cercano di effettuare allo stesso tempo molte operazioni con il proprio browser (come il download di diversi file mentre si guarda un video in streaming). Il problema non dovrebbe invece sorgere con una connessione fino a 20 Mega, a meno che la qualità del servizio non venga abbassata da altri fattori ‘esterni’, come ad esempio le condizioni atmosferiche. Con una connessione a 100 Mega poi tante operazioni saranno non solo possibili contemporaneamente, ma anche molto veloci: potrete scaricare musica, aprire un video di YouTube, navigare su Google e telefonare via Skype senza sperimentare nessun rallentamento.

Gigabyte: sono la stessa cosa dei Gigabit?

Ed i Gigabyte? Anche in questo caso stiamo parlando di un multiplo di unità di misura più piccole: i Megabyte ed i Kilobyte. A cosa si riferiscono? Alla capacità di memorizzazione: sono quindi i termini con cui definiamo la grandezza dei file e la quantità di dati che un certo dispositivo o sistema è in grado di memorizzare. 

Un Gigabyte corrisponde a quasi due volte la quantità di spazio disponibile in un CD-ROM o, per usare un’immagine più di impatto, le informazioni contenute in uno scaffale di libri lungo 10 metri. Quando quindi diciamo che la nostra tariffa per cellulare prevede “2 Giga” di navigazione al mese, ciò significa che è previsto un consumo di dati tramite la connessione internet pari al massimo a 2 Gigabyte.

4G: di che si tratta?

In questo caso la distinzione è più immediata: la G in “4G” sta infatti per Generation, il termine con cui l’International Telecommunication Union classifica i diversi standard per le tecnologie wireless e mobile.

Ogni ‘generazione’ successiva è più veloce ed affidabile della precedente: attualmente la maggior parte delle compagnie telefoniche offre per la telefonia mobile una connessione ad una rete che rispetta lo standard 4G, il quale è in grado di consentire, almeno in linea teorica, una velocità di trasmissione dati fino a 1 Giga al secondo.



Articolo di Scienza, Tecnologia & Internet / Commenti