Inchiesta Accoglienza, tutto nacque da esposto Cgil. Il sindacato: "Bella pagina di giustizia"

14:35:36 6272 stampa questo articolo
Rosita Galdiero, CgilRosita Galdiero, Cgil

"Per una Organizzazione come la nostra, poter restituire ai più deboli, dignità e libertà, ci da la forza per continuare il nostro operato".

"Oggi si scrive una bella pagina di giustizia. Esprimiamo grande soddisfazione per l’operazione della magistratura e della polizia di Stato che ha scoperto un sistema illegale di gestione dei centri di accoglienza per immigrati in provincia di Benevento".

Sono queste le parole con le quali, Rosita Galdiero segretario provinciale della Cigl, ha commentato l'operazione condotta questa mattina dalla Digos di Benevento, dai Carabinieri del Nucelo Investigativo di Benevento e del Nas, Reparto Nucleo antisofisticazione e sanità di Salerno al termine di un'indagine che ha visto l'arresto di 5 persone e all'iscrizione di 36 persone, nel registro degli indagati. L'indagine, che ma messo a nudo un sistema criminale che lucrava sul sulle assegnazioni pilotate dei migranti, sul sovraffollamento dei centri, sulla falsa attestazione di presenze degli ospiti, con la connivenza di alcuni pubblici dipendenti, è partita partita proprio grazie ad un esposto fatto dal sindacato confederale.

"Come Cgil di Benevento nel 2015 - spiega la Galdiero - abbiamo portato all’attenzione della procura con esposti e denunce le condizioni degradate in cui erano costretti a stare gli immigrati nei vari centri presenti sul territorio sannita. Sono state portate alla luce le carenti condizioni igieniche in cui versavano le strutture di accoglienza, a volte anche con scontri con i gestori dei centri, i quali facevano molta resistenza nel far entrare e visionare le strutture. Siamo contenti, per il lavoro svolto dalla Polizia di Stato, abbiamo avuto fiducia nella giustizia, anche quando qualcuno provava ad affermare che avevamo mollato perché eravamo stati zittiti. Eravamo convinti delle nostre idee e del nostro operato, oggi possiamo dire che il lavoro ed il crederci paga sempre. Per una Organizzazione come la nostra, poter restituire ai più deboli, dignità e libertà, ci da la forza per continuare il nostro operato e per continuare a sostenere che le cose che non vanno debbano essere denunciate, a noi non è mai piaciuta l’indifferenza, noi abbiamo sempre scelto da che parte stare, dalla parte dei più deboli, degli ultimi, di chi non ha voce".

Poi la promessa: "Non faremo mai un passo indietro, andremo sempre diritti verso i diritti e le tutele". Ed ha concluso: "Tale operazione, a messo in luce il sistema illegale che c’era dietro la gestione degli immigrati. Si auspica un ripristino immediato della legalità nella gestione dei centri di accoglienza, per garantire dignità agli immigrati, per un sistema pulito , ed anche per salvaguardare quegli operatori onesti che in questi anni hanno sempre gestito le strutture nel rispetto delle regole e della dignità, sia dei lavoratori che prestavano la loro opera nei centri sia degli immigrati presenti nei centri". 

Notizie correlate

Stroncato il lucroso business migranti: 800mila euro al mese il giro d'affari

Benevento. Truffa centro migranti: 5 arresti e 36 indagati
 



Articolo di Attualità / Commenti