Agli Stati Generali della 'cultura' del PD sarà premiata Debora Antonaci

18:0:23 2897 stampa questo articolo

L’attrice sannita Debora Antonaci, in arte Viola Velasco, protagonista di tantissime fiction televisive che si è distinta nel campo dello spettacolo e della “cultura” sarà premiata nel corso degli Stati Generali della “cultura” del Pd in programma sabato 19 novembre alle ore 17.00 presso il Museo Del Sannio di Benevento. Un appuntamento politico che precede gli Stati Generali Nazionali della “cultura” in programma a Roma il 3 e 4 dicembre 2011.
Ma chi è Debora Antonaci, in arte Viola Velasco: nasce a Benevento e sin da piccola mostra una spiccata predisposizione verso l'arte, la “cultura”, ma soprattutto per la musica e la recitazione. Frequenta il liceo artistico, per sviluppare le sue doti da pittrice, per poi iscriversi alla Facoltà di Architettura Ludovico Quaroni, dove si laurea in Disegno Industriale nel 2009.
Durante il percorso formativo continua a portare avanti le sue passioni, prendendo parte a diversi progetti televisivi e cinematografici, tra cui diversi cortometraggi che hanno contribuito a rendere noto il suo volto. In particolar modo "NOTTE SENTO", con il quale ha vinto il premio Ben Hur come miglior attrice protagonista.
Al cinema ha partecipato nel 2007 “MUSE”, cortometraggio, regia di Urban Team per il ‘ 48 Hour Film Project Rome’; 2008 “AMARANTO”, cortometraggio, vincitore nelle categorie ‘Best film’, ‘Best Writing’, ‘Best Editing’ and ‘Best Costumes’ al ‘48 Hour Film Project Rome; 2008 “NOTTE SENTO" , cortometraggio stop-motion finanziato da Seagate Creative; 2009 ‘BRAMA’, cortometraggio, regia di Urban Team; 2010 “AMERIQUA”, film, regia di Marco Bellone e Giovanni Consonni con Giancarlo Giannini,Antonia Dell Atte,Alessandra Mastronardi,Bobby Kennedy III. Mentre in televisione nel 2010 “IL COMMISSARIO REX 4”, regia di Andrea Costantini; 2011 "SANGUE CALDO" prodotto dall'Ares Film, regia Alessio Inturri, Luigi Parisi, con Gabriel Garko, Manuela Arcuri, Asia Argento, Francesco Testi, Angela Molina,Valeria Mililllo. Ed infine nel 2009 ha ricevuto il Premio Ben Hur come miglior attrice protagonista al Finibus Terrae (Mesagne) e nel 2010 Premio Oscar Dei Giovani sezione Attori ( Roma).
“Il Partito Democratico – dichiara Raffaele Simone, responsabile dipartimento “cultura” del Pd sannita – è impegnato a promuovere in tutta Italia una serie di inziative (convocando gli Stati Generali della “cultura” Territoriali), che avranno una prima sintesi nazionale il 3 e 4 dicembre a Roma. L’azione del PD si svolge nell’orizzonte della ‘ricostruzione’ dell’Italia, che è economica, di coesione sociale e di unità Nord-Sud, ma anche “culturale” ed ‘intellettuale e morale’, per realizzare una politica complessiva del Bene Comune. Il punto di riferimento sul piano della valorizzazione della memoria storica, dei beni “culturali”, artistici, archeologici e del paesaggio, unitamente alle risorse umane, è, per il PD, l’articolo 9 della nostra Carta Costituzionale, misconosciuto e calpestato dalla politica “culturale” del Governo di Centro Destra, appena dimessosi. Il Partito Democratico – continua Simone – si impegna ad avvicinare progressivamente la spesa pubblica per la “cultura” a livelli europei, partendo dal principio che quello in “cultura” è un investimento; e il carattere prevalentemente pubblico di questo investimento è una vera garanzia di autonomia del mondo della “cultura”. E’ dovere, prima di tutto dello Stato, considerare la “cultura” una priorità e il sapere uno degli strumenti per uscire dalla crisi e rilanciare lo sviluppo del paese, a partire dal Mezzogiorno.
Benevento e la sua Provincia debbono promuoversi ed essere riconosciute come patrimonio storico-”culturale”, di grande valore per l’Italia intera. Già un grande riconoscimento – ricorda Raffaele Simone – è avvenuto dall’UNESCO per Santa Sofia e la Benevento Longobarda. Ma è l’intero territorio sannita, ricco di siti archeologici, di centri storici,di città d’arte e di professionalità e competenze di giovani studiosi, di artisti, di operatori dello spettacolo e di promotori del turismo “culturale” che vanno valorizzati e sostenuti attraverso politiche mirate, nazionali e regionali per uno sviluppo integrato del nostro territorio. Il Convegno di sabato – conclude il professore Simone – affronterà questa tematica e produrrà un documento specifico”.

Fonte: Ufficio Stampa PD



Articolo di / Commenti