Assunzione personale in Provincia. I dubbi di Ruggiero

12:18:52 1435 stampa questo articolo
Giuseppe Antonio RuggieroGiuseppe Antonio Ruggiero

"Tutto appare completamente senza senso,infatti la Provincia assume consulenti, l'Ato chiede soldi ma non nomina il direttore rischiando addirittura il commissariamento".

"Facendo attenzione all'albo On line della Provincia di Benevento, non si può non notare la pubblicazione di due avvisi per l'assunzione di personale atempo determinato".

Così Giuseppe Antonio Ruggiero consigliere provinciale ed esponente alla Rocca dei Rettori del Partito Democratico intervenuto sul tema delle assunzioni  del personale.

"In merito ai due collaboratori di categoria C alledipendenza del presidente Di Maria - spiega Ruggiero - ad oggi facciamo fatica a comprenderne l’utilità,mentre paradossale è sicuramente l'avviso per il reclutamento di un consulenteambientale. Evidenziando come nella scorsa consiliatura, nonostante le tanteemergenze in materia ambientale, non sia stato mai necessario l'utilizzo di unatale figura specie nell'ambito della gestione dei rifiuti, visto che lastruttura provinciale ha sempre efficacemente fatto fronte ad ogni evenienza,credo che questo consulente non possa essere altro che di supporto unicamenteal Presidente De Maria e al consigliere delegato Cataudo, una specie di tutore.Questo ci fa ritenere che la Provincia voglia ancora continuare a gestire unsettore, quello dello smaltimento dei rifiuti, che invece è stato delegatodalla Regione Campania all'ATO, il cui presidente dal canto suo ha determinatoin 50 centesimi ad abitante il contributo che ogni Comune dovrà versare ad unambito che purtroppo stenta a partire".

Secondo Ruggiero: "Tutto appare completamente senza senso,infatti la Provincia assume consulenti, l'Ato chiede soldi ma non nomina ildirettore rischiando addirittura il commissariamento, Mastella propone lafusione Samte/Asia in modo da spalmare su tutti i comuni della Provincia lespese della struttura comunale, anch'essa con enormi problemi finanziari, conil rischio concreto di trovarsi alle porte una crisi del ciclo rifiuti proprionel periodo natalizio. Intanto nessuno conosce l'ammontare dei danni subitidallo STIR, con la stessa Samte che ha da tempo commissionato anche uno studioper verificarne le condizioni statiche. Samte momentaneamente salva dopo che laRegione Campania, ancora una volta, ha ribadito di accettare il concordato datempo all’attenzione del Tribunale, ma che potrebbe nuovamente andare in crisise la Provincia non le versasse, in tempi ragionevoli, quanto accantonato dallaPresidenza Ricci quale differenza fra la tariffa pagata dai Comuni e quantorealmente dovuto per i costi di smaltimento per il conferimento presso iltermovalorizzatore di Acerra. 



Articolo di Provincia di Benevento / Commenti