Polo a manica corta da uomo, come abbinarla correttamente

12:7:49 1928 stampa questo articolo
PoloPolo

Durante la stagione estiva, ci sono tantissime persone che lavorano in ufficio e soffrono terribilmente il fatto di dover indossare a tutti i costi la camicia.

Allora, sfruttano l’unica soluzione possibile, ovvero quella di puntare su una polo a manica corta, che può rappresentare una scelta comunque elegante, ma al contempo pratica e un po’ più traspirante rispetto ad una camicia.

Fortunatamente online ci sono piattaforme come Wordans che offrono tantissime proposte e si possono trovare delle polo uomo manica corta davvero di ogni tipo. Non c’è dubbio che, però, in generale, il consumo di polo a manica corta da uomo è aumentato notevolmente, visto che anche tantissimi vip l’hanno sfruttata ed è diventata di notevole tendenza, anche abbinata a un outfit elegante e molto formale.

Le varie tipologie di polo a manica corta

Come si può facilmente intuire, in commercio ci sono tantissime opzioni differenti, che si adattano inevitabilmente ai gusti più disparati. In fondo, la polo a maniche corte da uomo rappresenta uno di quei capi d’abbigliamento che non risentono certamente dello scorrere del tempo o delle mode. Dando uno sguardo ai vari modelli di polo estive, troviamo quelle dotate di taschino, nello specifico collocate sulla parte sinistra del petto. Originariamente, lo scopo del taschino era quello di porta sigarette; oggigiorno, invece, ha una mera funzione decorativa.

Le polo a maniche corte senza colletto sono molto più particolari, perché sono una sorta di sperimentazione nell’ambito della moda. Infatti, la scelta di non inserire il colletto è stata inizialmente considerata una vera e propria bizzarria della moda, ma poi ha fatto colpo tra il pubblico e ha avuto sempre più successo. Da non perdere anche la polo senza bottoni. In questo caso, si tratta di un tipo di polo che, nonostante sia dotato di colletto e del tradizionale scollo a V, non ha i bottoni. Si tratta di una peculiarità che garantisce sempre uno stile piuttosto casual a chi sceglie di indossarla, ma anche l’aria circola molto più in fretta.

Un altro modello molto diffuso è rappresentato dalla polo con il colletto alto. Si tratta di una moda che è rimasta attiva e ben diffusa per diversi anni. In tanti sono legati a questo look degli anni Ottanta e Novanta, ma che adesso ha lasciato spazio ad altre tendenze. Ad ogni modo, per i nostalgici di tale scelta stilistica, ci sono delle polo a manica corta in commercio che presentano un colletto proprio leggermente più alto per tale motivo.

L’abbinamento perfetto della polo a maniche corte

Non c’è dubbio che la polo casual da uomo rappresenti probabilmente uno degli indumenti dotati di maggiore versatilità nell’intero guardaroba. In alcuni casi può dare un tocco informale all’outfit scelto, mentre in altri può rivelarsi in tutta la sua eleganza.

In riferimento ad occasioni ed eventi informali, ecco che la polo a manica corta si può abbinare a dei pantaloni caratterizzati da un taglio tradizionale e non particolarmente eccentrico. La cintura? Meglio optare per un modello in pelle piuttosto che di una tonalità neutra. Sulle scarpe non ci sono regole particolari da seguire.

Per un outfit sportivo, allora la polo a maniche corte va sempre indossata con un cappellino in tinta dal punto di vista della tonalità. Il look da lavoro, invece, deve sempre trasmettere un certo grado di professionalità e di eleganza. Di conseguenza, bisogna dire no ai pantaloni corti e preferire, al contrario, i jeans, meglio ancora se di tonalità neutre e con un taglio classico, oppure si può abbinare anche a dei pantaloni in cotone.



Articolo di Lifestyle / Commenti