Bolletta del telefono non pagata: quali conseguenze?

13:3:39 10579 stampa questo articolo

Se ti dimentichi di pagare la bolletta del telefono possono esserci conseguenza anche gravi, tra cui azioni di recupero credito o l’interruzione del servizio.

Dimenticare o decidere di non pagare la bolletta del telefono può essere molto rischioso, anche se la motivazione dovesse essere un problema di liquidità. Infatti, le conseguenze a cui andresti incontro possono essere anche particolarmente gravi: oltre a sanzioni, penali e costi extra che vengono calcolati in base al debito e al ritardo che hai accumulato, potresti anche subire delle azioni di recupero crediti o addirittura l’interruzione del servizio.
In questo articolo, quindi, ti spiegheremo che cosa rischi in caso di bolletta telefonica non pagata.

Inoltre, ti indicheremo quali sono i tuoi diritti e quali azioni legali la compagnia telefonica potrebbe utilizzare per forzarti a versare la somma mancante. In casi piuttosto gravi, potresti anche subire il pignoramento dei tuoi beni. Di conseguenza, non dimenticare mai di pagare le tue bollette e controlla sempre di averle ricevute tutte. Per qualsiasi problema o controversia con il tuo gestore telefonico, ricordati che puoi fare appello al Corecom (Comitato Regionale per le Comunicazioni) della tua regione.

Cosa succede in caso di bolletta del telefono non pagata?

Come dicevamo, se dovessi trovarti nella condizione di non pagare la bolletta del telefono, per qualsiasi motivo, devi aspettarti sicuramente delle conseguenze. I problemi saranno maggiori tanto più alto sarà il numero di fatture che non hai pagato e del ritardo che hai accumulato, la cosiddetta morosità.

Nel momento in cui non paghi una bolletta del telefono, il primo provvedimento che prenderà il tuo gestore telefonico è l’invio di un sollecito di pagamento: riceverai quindi una comunicazione scritta che semplicemente ti ricorda di pagare la fattura perché sei in ritardo. Se dovessi persistere a non pagare la bolletta, anche dopo aver ricevuto il sollecito, l’operatore potrebbe direttamente intervenire sulla tua linea telefonica, limitando le chiamate in uscita oppure addirittura interrompendo il servizio. Infatti, bastano due o più bollette non pagate perché il tuo gestore possa servirsi di questo strumento, ma non succede spesso. Se proprio dovesse arrivare a farlo, con un discreto anticipo riceveresti un avviso dell’interruzione del servizio e avrai tempo a disposizione per regolarizzare il tuo debito.

Se il ritardo nel pagamento dovesse aumentare, la tua compagnia telefonica può prendere un altro provvedimento: l’emissione di un decreto ingiuntivo a tuo carico. Riceveresti quindi una nuova comunicazione in cui vieni informato dell’importo di cui sei in debito, del numero di bollette del telefono non pagate e di quanto tempo hai per saldare l’intera somma. Se ancora non dovessi rispettare la scadenza, allora potresti subire un pignoramento dei beni da parte delle Autorità competenti. In ogni caso, si tratta di un’operazione piuttosto complessa e costosa e, di conseguenza, raramente utilizzata dagli operatori telefonici.

I gestori, infatti, preferiscono rivolgersi a una società di recupero crediti. Prima, però, avvieranno un tentativo di conciliazione, che rappresenta l’ultima possibilità che hai per saldare il debito. Ricordati, comunque, che solo un ufficiale giudiziario ha l’autorità necessaria per presentarsi alla tua porta a richiedere del denaro: nessun dipendente della compagnia telefonica ha diritto di farlo.

Cosa succede se interviene una società di recupero crediti?

L’intervento di una società di recupero crediti è una delle conseguenze più gravi che potresti subire in caso di bolletta del telefono non pagata. Anche il decreto ingiuntivo lo sarebbe, ma viene utilizzato più raramente e solo in caso di debiti particolarmente pesanti.  I metodi che vengono utilizzati dalle società di recupero crediti hanno spesso sollevato dubbi e polemiche, soprattutto riguardo alla loro aggressività. Sappi, quindi, che puoi sporgere denuncia se una di queste agenzie dovesse contattarti o avvicinarsi a te in modo invasivo o indelicato. Se, invece, ritieni che il comportamento dell’operatore telefonico sia stato scorretto, puoi anche rivolgerti a un’associazione per la difesa dei diritti dei consumatori.



Articolo di Guide al Risparmio / Commenti