Cani randagi a Telese. Ekoclub invita il sindaco a trovare una soluzione sensata

16:1:48 4527 stampa questo articolo

Ancora una volta, sale alla ribalta, per fortuna solo a livello provinciale, il caso legato al randagismo. Questa volta il "grido" di aiuto, si leva dalla Valle Telesina e precisamente dal Comune di Telese Terme. Il Promo Cittadino, allarmato dalla presenza di randagi per le strade della sua cittadina, chiede aiuto al Prefetto di Benevento e allo Stato centrale: "Da come recita la missiva inviata al Prefetto, sembrerebbe che - si legge nella nota di Ekoclub Benevento - la cittadina termale, sia invasa da cani famelici che creano problemi dìincolumità agli abitanti. Le soluzioni, ammesso che si vogliano trovare in maniera logica, ne sono tante e di facile applicazione. Non sappiamo che somma stanzia il Comune di Telese Terme per la sterilizzazione dei cani randagi che, come da leggi vigenti, sono di proprietà del primo cittadino, o meglio, il Sindaco è responsabile di ciò che accade e della tutela dei randagi. Per tutela s'intende un trattamento decente riservato agli animali che, dal 2007 sono considerati esseri senzienti con tutti i diritti conseguenti da questo status. Al Sindaco, noi che quotidianamente viviamo e arginiamo il fenomeno randagismo, esclusivamente per amore nei confronti degli animali e a nostre spese, ci permettiamo di dare una serie di suggerimenti che potrebbero tornagli utili: I cani randagi vanno accuditi, sfamati, dissetati e curati, così, sicuramente non daranno fastidio a nessuno! Esiste la figura del cane di quartiere che, una volta visitato, sterilizzato e vaccinato, può tranquillamente restare per le strade cittadine accudito dall'amore, e ce ne sono, di persone sensibili e rispettose degli animali. Una campagna di sterilizzazione andrebbe fatta, convenzionandosi o con veterinari o con la ASL competente che per legge deve provvedere alla sterilizzazione dei randagi. Una campagna di sensibilizzazione e un censimento dei proprietari di cani andrebbe fatta, per avere sotto controllo la situazione e far comprendere ai proprietari di animali che il randagismo viene debellato con il loro indispensabile contributo. Il coinvolgimento di tutte le Associazioni no profit e animaliste che gravitano sul territorio è indispensabile per una mappatura precisa dei randagi che vivono in strada. Qualche Sindaco, molto più lungimirante, ha già applicato l'esenzione dal pagamento della TARSU a tutti i cittadini che adottano un cane randagio. Questa è un'altra soluzione intelligente e, anche conveniente, per le casse dei comuni. Ekcolub si augura che dall'incontro in Prefettura tra il Sindaco di Telese Terme e il Prefetto emergano soluzioni giuste, nel rispetto delle leggi vigenti ma, soprattutto a vantaggio dei poveri animali che, di queste situazioni incresciose, sono i meno responsabili".



Articolo di Valle Telesina / Commenti