San Salvatore, soddisfazione del consigliere Abitabile per i lavori alla rotonda di via Bagni

14:6:7 1002 stampa questo articolo

Soddisfatto il consigliere di minoranza Alfonso Abitabile per l'inizio dei lavori della rotonda antistante l'Abbazi

"Per quanto riguarda l'attuale opera di messa in sicurezza del tratto in Via Bagni nei pressi dell'Abbazia benedettina, va fatto preliminarmente un plauso all'ufficio tecnico, per il risolutivo intervento nel disbrigo tecnico procedurale, permettendo così di far fronte all'inizio dei lavori
in tempi più che ragionevoli.

Ragionevolezza che, per grazia divina, è venuta in soccorso anche alla maggioranza: inizialmente l'opera (e la richiesta) di messa in sicurezza del tratto in questione fu avanzata dal sottoscritto e nel merito fu bocciata dalla stessa maggioranza.

Chiaramente non si poteva dar credito ad iniziative di minoranza!

Per fortuna, pure imponendo così di attribuirsi riconoscimenti e meriti, hanno poi agito nell'ottica del buon senso e quindi permesso di realizzare l'opera finanziata.

L’Amministrazione Romano ha strumentalizzato le informazioni fornite e pubblicate nell' articolo riportato dal Sannio Quotidiano nella giornata di venerdì 17 c.m. Le notizie fornite sono state solo parziali e selezionate strategicamente.

Le parole del sottoscritto, così come riportate, in realtà si riferiscono ad un altro progetto, e non a quella attuale relativo alla realizzazione della rotonda presso Via Bagni antistante l'Abbazia Benedettina.

Quanto presuntivamente asserito, si riferisce invece a dei progetti che l'amministrazione mi ha fornito risalenti al lontano 2004, circa una mia richiesta in merito agli interventi per il tratto stradale in Via Gioia, per il quale ho presentato alle competenti sedi provinciali la richiesta di
progettazione e realizzazione di un’intersezione rotatoria.

Ed ancora quelle parole si riferiscono all'inerzia amministrativa ed alla mancata attività di richiesta e sollecito per la messa in sicurezza del tratto in via Gioia.

Inoltre erano in risposta ad una comunicazione fornitami dall'Ass. Natillo avente ad oggetto gli schemi e le richieste progettuali proprio del 2004.

Quindi quella che era una risposta ad una comunicazione è stata fatta passare come una polemica.

Tipico atteggiamento di chi vuole costruirsi nemici in personali battaglia, per farle proprie. Si sollecitava solo l'amministrazione al fine di porre fine al torpore governativo in tema di adeguamento viario urbanistico.

L’opera in questione pertanto rappresenta sicuramente un segnale importante, perché vogliamo rompere con quella logica dell'indifferenza, specialmente nei confronti di chi - senza pensarci molto - cambia fazioni e posizioni da 20 anni senza collaborare ed impegnarsi nel cercare di costruire qualcosa per i cittadini, senza dare idee né futuro o speranze
alla nostra comunità".



Articolo di Dai Comuni / Commenti