Caserta. Scoperta e sequestrata dalla finanza piantagione di marijuana, avrebbe fruttato 2 milioni di euro

15:3:49 3225 stampa questo articolo
Guardia di Finanza Caserta, marijuana sequestrataGuardia di Finanza Caserta, marijuana sequestrata

Sequestrata, nel Comune di Pignataro Maggiore (Caserta), una vasta piantagione di marijuana ad opera de Finanzieri della Compagnia di Caserta.

A seguito di attività di indagine, svolte dalle Fiamme Gialle casertane, è stato individuato un terreno in cui venivano coltivate circa 800 piante di marijuana occultate da una fitta vegetazione costituita da alberi da frutta e altri arbusti. Tale coltivazione era servita da un articolato impianto di irrigazione che consentiva di selezionare il filare di piante da annaffiare.

La sostanza stupefacente, una volta raccolta, veniva essiccata presso l’abitazione del proprietario del terreno e di suo figlio, dove i finanzieri, a seguito di una perquisizione, hanno rinvenuto 3,5 kg di marijuana già pronta per la commercializzazione. Al termine dell’intervento sono state sequestrate le piante di marijuana, alte mediamente 2 metri - la maggior parte delle quali era già pronta per la raccolta - lo stupefacente già essiccato e l’attrezzatura utilizzata per la coltivazione. Entrambi i soggetti responsabili, residenti in provincia di Napoli, sono stati deferiti alla competente Autorità Giudiziaria per produzione e detenzione illecite di sostanze stupefacenti e uno dei due è stato posto agli arresti domiciliari.

La sostanza stupefacente complessivamente sequestrata, una volta immessa sul mercato, avrebbe fruttato un guadagno alla malavita locale di circa 2 milioni di euro.
 



Articolo di Caserta / Commenti