Ciclismo. Fara' tappa a Pesco Sannita il giro d'Italia 2018

14:54:20 10041 stampa questo articolo

Si è tenuta questa mattina, presso la sede provinciale del Coni di Benevento, la conferenza stampa di presentazione della partenza del giro ciclistico d’Italia 2018 da Pesco Sannita.

Alla conferenza stampa sulla partenza del giro d'Italia 2018 da Pesco Sannita, tenutasi presso il Coni di Benevento, sono intervenuti il sindaco di Pesco Sannita Antonio Michele, il vice sindaco Nicola Gentile, il coordinatore del comitato tappa Nicola Antonelli, il delegato provinciale del Coni, avvocato Mario Collarile e il delegato provinciale della Federciclismo Arnaldo Pedicino. In sala era presente anche Emilia Bellucci Molinara, assessore al bilancio del comune di Pesco Sannita.

La conferenza è stata introdotta dal collega Luca Maio “Pesco sarà il quinto comune sannita dopo Benevento, che ha ospitato otto arrivi e una partenza, San Giorgio del Sannio, Telese e Ponte, a colorarsi di rosa”.

A prendere la parola, subito dopo, è stato il sindaco di Pesco Sannita, il dottor Antonio Michele, il quale ha spiegato com’è nata questa idea e quali sono le aspettative “Ospitare una manifestazione di tale rilievo, per un comune piccolo come quello di Pesco Sannita, è una soddisfazione molto grande. Contribuiremo a far tingere di rosa una parte delle strade del nostro Sannio. L’idea è nata da un passaggio del giro d’Italia di qualche anno fa, quando abbiamo potuto apprezzare quanto sia stato forte l’entusiasmo che ha coinvolto un poco tutti".

"Da questo passaggio, quasi per scherzo, cominciò a venire fuori questa idea di ospitare una partenza della tappa del giro d’Italia. Non avevamo fatto i conti con la tenacia di un amico come Nicola Antonelli. Questa tappa la si deve a lui, che ha voluto con determinazione la partenza di questo giro nel suo paese di origine. Siamo convinti che questa manifestazione possa contribuire a far crescere e conoscere le nostre realtà. Non mi riferisco solo a Pesco. Questa è una grande vetrina per una parte del nostro Sannio”.

Anche il vice sindaco Nicola Gentile si è detto molto entusiasta  “E' l'unica tappa in Campania. Ci siamo calati perfettamente nella parte e ci aspettiamo grandi cose da questo passaggio del giro”.

E' stata poi la volta del delegato provinciale del Coni, avvocato Mario Collarile, che ha introdotto un po’ il suo rapporto che lo lega a Pesco “Qui è nato un mio compagno di scuola, Fernando Masone, che è stato il capo della Polizia Italiana. Il Sannio nella sua storia ne ha avuti solo due: Bocchini, che all’epoca era il vice duce, e appunto Fernando Masone. Fernando è stata una persona di grandissimo valore, che ha dato una svolta all’impostazione della Polizia Italiana in momenti difficilissimi. Essere stato compagno di scuola di queste persone - continua l’avvocato Collarile - è un patrimonio che mi porto dietro. Questa tappa, oltre ad essere un riconoscimento a tutta l’organizzazione sannita, che in questi anni ha organizzato arrivi e partenze, ricorderà anche un mio caro compagno di scuola. Vorrei vedere da qualche parte una carrellata di foto per ricordarci che questa terra è in grado di partorire anche persone di grande livello”.

Successivamente, a prendere la parola è stato il delegato provinciale della Federciclismo Arnaldo Pedicino “Qualche anno fa qualcuno mi chiese come facevamo, noi del Sannio, ad avere un arrivo e una partenza. Solitamente al sud siamo sempre penalizzati, questa volta, invece, siamo noi a dover essere i portavoce di questo movimento ciclistico che spero possa sempre migliorare”.

Il coordinatore del comitato tappa, Nicola Antonelli, ha dato informazioni più tecniche sull’evento “Prima di tutto – esordisce Antonelli – mi sento emozionato. E’ un’idea nata per scherzo, ma poi si è concretizzata per la volontà dell’amministrazione. Pensate dove arriveranno le immagini del Sannio. Ma veniamo alle note tecniche: la partenza avverrà dalla Piazza Umberto I di Pesco. Salirà una parte di Via Cappella per poi scendere a Via Don Bosco e percorrere la S.S. 212 fino al campo sportivo di Pesco. Poi seguirà la provinciale per Fragneto Monforte".

"Guardando la planimetria, parlano di svincolo ma, in realtà, dovremmo attraversare Fragneto Monforte, Campolattaro, Morcone e Sassinoro, invece di andare a bloccare la fondovalle. Cercheremo di fare in questo modo. Il paese sarà bloccato, saranno bloccati i parcheggi e le vie adiacenti alla piazza. Per chi proviene da San Marco dovrebbe esserci un parcheggio verso il campo sportivo. Dal campo si pensava di mettere una navetta a disposizione dei visitatori. La tappa è di 225 km, se non erro è la seconda più lunga del giro, classificata tra quelle più difficili perchè i nostri paesi sono un salire e scendere continuo".

"Per quanto riguarda le manifestazioni: la prima si dovrebbe tenere dopo la prima metà di gennaio, in collaborazione con l’associazione professionisti ciclisti italiani, dove si parlerà di sicurezza stradale. Una seconda iniziativa è quella legata a Moser, che dovrebbe venire a fine marzo. E' prevista una conferenza stampa. Un altro evento è quello di Gianni Bugno ad aprile. E’ un programma corposo, poi l’amministrazione comunale deciderà altri eventi che porteranno a conoscere i nostri paesi. Il comune sta predisponendo un sito dove poter vedere tutte le informazioni, ma prepareremo anche un opuscolo per illustrare cosa offrono Pesco e i paesi che andremo a visitare”.

Claudio Donato



Articolo di Eventi sportivi / Commenti