L'Unione Europea lancia l'Alleanza dei porti contro il narcotraffico

9:32:18 2965 stampa questo articolo
Nave mercantile porta containerNave mercantile porta container

La collaborazione tra pubblico e privato per frenare il traffico di droga.

L'Unione Europea ha lanciato oggi ad Anversa, in Belgio, l'Alleanza dei porti europei, un'iniziativa che mira a rafforzare la cooperazione tra operatori portuali pubblici e privati, dogane e forze di polizia dei Paesi membri per combattere il narcotraffico.

L'alleanza prevede la condivisione di informazioni, la formazione di personale specializzato e l'implementazione di nuove tecnologie per migliorare la sorveglianza dei porti, che sono una delle principali vie di ingresso della droga in Europa.

"Il narcotraffico è una minaccia grave per la nostra sicurezza e la nostra economia", ha dichiarato la commissaria europea per gli Affari interni, Ylva Johansson. "L'Alleanza dei porti europei è un passo importante per rafforzare la nostra lotta a questo fenomeno".

Secondo le stime della Commissione europea, nel 2022 sono state sequestrate in Europa circa 500 tonnellate di droga, di cui oltre la metà nei porti. La cocaina è la droga più trafficata, seguita dall'eroina e dalla cannabis.

L'Alleanza dei porti europei è già stata sottoscritta da 12 Paesi membri, tra cui l'Italia, e si prevede che altri Paesi aderiranno a breve.



Articolo di Cronaca / Commenti