Giro d'Italia 2018. Da Pesco Sannita al Gran Sasso. La rosa torna nel Sannio

18:43:32 4675 stampa questo articolo
Giro d'Italia 2016Giro d'Italia 2016

Dopo l'ottava tappa da Praia a Mare a Montevergine, il Giro torna nel Sannio. Partenza della nona tappa fino al Gran Sasso sarà Pesco Sannita.

Presentata a Milano l’edizione 101 del Giro d’Italia in programma dal prossimo 4 al 27 maggio. Per la prima volta la partenza di un grande giro verrà data fuori dall’Europa, da Israele, con tre frazioni, la prima delle quali sarà dedicata a Bartali, nel ricordo del grande “Ginettaccio”, Giusto tra le Nazioni. Rientro in Italia, in Sicilia, dove si disputeranno tre tappe e il primo arrivo in salita sull’Etna con finale inedito all’Osservatorio Astrofisico.

La carovana rosa risalirà poi lo stivale 3.546,2 sono i chilometri totali di questa edizione che prevede 44.000 metri di dislivello. 2 tappe a cronometro, 7 a bassa difficoltà, 6 a media difficoltà, 6 ad alta difficoltà e un totale di 8 arrivi in salita. Tantissimi i grandi nomi presenti in gara da Chris Froome a Tom Doumulin. Presente anche Fabio Aru (assente lo scorso anno) mentre non è ancora sicura quella di Vincenzo Nibali: nel mirino dello squalo c’è il Tour de France senza dimenticare che quest’anno ad Innsbruck ci sarà il mondiale.

Impegnative le tappe tra Campania(12-13 maggio) e Abruzzo con gli arrivi a Montevergine di Mercogliano(partenza da Praia a Mare, 208 km) e sul Gran Sasso. Il Giro tornerà ad attraversare anche il Sannio. Infatti la tappa che porterà i corridori sulla Montagna Pantani – la nona il 13 maggio – sarà molto lunga, 229 km totali. Si partirà da Pesco Sannita(l’ultima volta fu Ponte ad ospitare la partenza) per giungere sul Gran Sasso d’Italia dopo una salita interminabile di 45 km che porta all’arrivo, spezzata solo da un falsopiano centrale.

La tappa da Assisi a Osimo (tappa dei Muri) vedrà il passaggio sul Muro di Filottrano nel ricordo di Michele Scarponi. Per i 100 anni dalla fine della Prima Guerra Mondiale ecco l’arrivo a Nervesa della Battaglia. Ripartenza da San Vito al Tagliamento con traguardo sul temibile Zoncolan. Ultimo giorno di riposo a Trento dove martedì 22 ci sarà la difficile cronometro (34,5 km) con finale a Rovereto. La zona della Franciacorta, il giorno seguente, sarà sede della Wine Stage. Trittico alpino finale con arrivi in salita a Prato Nevoso, Bardonecchia e Cervinia con in mezzo tante montagne compresa la Cima Coppi 2018, il Colle delle Finestre con i suoi 2178 metri. Spettacolare finale in circuito, a Roma, con arrivo in Via dei Fori Imperiali sotto il Colosseo.

Queste le tappe del 101° Giro d'Italia in programma dal 4 al 27 maggio.
1 tappa: Cronometro individuale di 10 km a Gerusalmme; 2 tappa: Haifa-Tel Aviv, 167 km; 3 tappa: Be’er Sheva-Eilat, 229 km; 4 tappa: Catania-Caltagirone, 191km; 5 tappa: Agrigento-Santa Ninfa, 152 km; 6 tappa: Caltanisetta-Etna, 163 km; 7 tappa: Pizzo Calabro-Praia a Mare, 159 km; 8 tappa: Praia a Mare-Santuario di Montevergine, 208 km; 9 tappa: Pesco Sannita-Campo Imperatore, 229 km; 10 tappa: Penne-Gualdo Tdino, 239 km; 11 tappa: Assisi-Osimo, 196 km; 12 tappa: Osimo-Imola, 213 km; 13 tappa: Ferrara-Nervesa della Battaglia, 180 km; 14 tappa: San Vito al Tagliamento-Zoncolan, 182 km; 15 tappa: Tolmezzo-Sappada, 176 km; 16 tappa: Trento-Rovereto: una cronometro individuale di 34km; 17 tappa: Riva del Garda-Iseo, 155km; 18 tappa: Abbiategrasso-Prato Nevoso, 196km; 19 tappa: Venaria Reale-Bardonecchia, 181km; 20 tappa: Susa-Cervinia, 214km; 21 tappa: Roma-Roma, 118km.



Articolo di Eventi sportivi / Commenti