'Goodbye Benevento' chiude la prima edizione di In@Natura

20:17:57 1101 stampa questo articolo

Con la presentazione del Docufiction “Goodbye Benevento”, questa sera presso il Teatro Comunale, è giunta alla tappa conclusiva la prima edizione della manifestazione In@Natura.

La rassegna si è svolta a partire dall’8 giugno: è stata promossa dalla Provincia di Benevento in partenariato con il Parco del Partenio e gestita dall'Agenzia per i beni culturali della Provincia di Benevento Art Sannio. Il direttore artistico Puccio Corona ha aperto la serata esprimendo soddisfazione per il buon riscontro di In@Natura.

“Tra le novità introdotte – ha spiegato con orgoglio – ci sono un concorso nazionale che ha premiato il logo migliore per l’identificazione dei vini sanniti, e un Docufiction, un misto tra documentario e fiction, che è il primo tentativo in Italia”. Il prodotto, di cui Corona è autore e sceneggiatore con la regia di Elvira Grilli, narra la storia di Carlo, un emigrante in America che torna nel Sannio dopo 46 anni per riscoprire le proprie radici. Il documentario si apre con un flashback del protagonista che ricorda il giorno della partenza e gli anni dell’infanzia trascorsi a Benevento. Dopo un lungo viaggio in treno, insieme alla moglie Rosalind e al figlio Frank giunge all’azienda “Torre Gaia” di Dugenta.

In “Goodbye Benevento” sono state usate come location anche Sant’Agata dei Goti, Pontelandolfo e Benevento. Alla gioia per il ritorno del protagonista nel Sannio si uniscono ricordi struggenti di povertà e stenti. Carlo trova una città completamente cambiata, moderna, proiettata nel futuro. E’ stato costruito persino un centro satellitare dove il figlio Frank, studente di ingegneria elettronica, decide di fare uno stage e poi di lavorare. Dunque il cerchio si chiude perché il figlio trova un futuro proprio nella città che il padre aveva dovuto abbandonare.

Soddisfazione per il buon esito della manifestazione In@Natura è stato espresso anche dall’assessore alla Cultura Giorgio Carlo Nista: “Questo progetto è nato da un incontro casuale. Siamo partiti dalla promozione del territorio e abbiamo concepito una manifestazione ben più ambiziosa”. Ha poi ringraziato quanti si sono adoperati per la riuscita della rassegna.

Audionotizia correlata:
Puccio Corona presenta il docufiction «Goodbye Benevento»



Articolo di / Commenti