Operazione ‘Tabula rasa’. Scoperto un bunker nell’abitazione di Corrado Sparandeo jr

15:58:51 7822 stampa questo articolo

Continuano le attività investigative dei Carabinieri nel contesto dell’operazione “Tabula rasa”. Questa mattina i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo, sono tornati, al rione Capodimonte, nell’abitazione dove l’altro giorno è stato arrestato Corrado Sparandeo jr. Nel corso della cattura e della perquisizione domiciliare, i militari hanno scoperto un “bunker” degno dei boss della camorra, realizzato da Sparandeo nelle pertinenze della sua abitazione, un alloggio popolare dell’Istituto Autonomo delle Case Popolari. Si è scoperto che nel piano seminterrato, collegato con l’abitazione al primo piano, Sparandeo si era appropriato abusivamente degli spazi condominiali (cantine e garage) nonché delle aree esterne che aveva recintato ed adibito a propria residenza, sottraendolo agli altri condomini del palazzo che, ovviamente, non si erano ribellati. Le due unità immobiliari erano collegate da una botola che dal primo piano portava al seminterrato. La tavernetta, rifinita e arredata con materiale di pregio, aveva anche una saletta adibita a cinema. Pertanto saranno effettuati tutte le incombenze del caso al fine di rimuovere le opere abusive e di restituire gli spazi a coloro che ne hanno diritto, ristabilendo la legalità. Il bunker aveva una doppia finalità, quella di rifugiarsi nel caso di arrivo delle Forze dell’Ordine e poter scappare dall’uscita secondaria o nascondersi per non essere scovato.

commenti presenti 10 » LEGGI


Articolo di Cronaca / Commenti