Prestito per il consolidamento debiti: cos'e' e come funziona

11:28:27 5316 stampa questo articolo
PrestitiPrestiti

Se hai più finanziamenti in corso, con un prestito per il consolidamento debiti puoi riunirli tutti in un’unica rata mensile più leggera.

Il prestito per il consolidamento debiti è una particolare forma di finanziamento che permette a chi ha più prestiti in corso di riunirli tutti in una sola rata mensile. Se quindi hai avuto necessità di chiedere più finanziamenti contemporaneamente e ora ti trovi in difficoltà con i pagamenti, il consolidamento debiti è un’ottima soluzione non solo per riunirli tutti sotto un solo prestito, ma anche per alleggerire l’impegno economico. La rata mensile unica sarà infatti più leggera rispetto a quanto non fosse la somma del singole rate di tutti i prestiti che avevi in corso. Ma cerchiamo di capire nel dettaglio come funziona il prestito consolidamento debiti.

Prestito per il consolidamento debiti: come funziona?
Come abbiamo detto, se stai pagando le rate di più finanziamenti contemporaneamente il consolidamento debiti ti permette di riunirle tutte sotto un unico prestito. Non ha importanza sei i precedenti finanziamenti sono stati richiesti tutti presso la stessa banca o se ti sei rivolto a istituti diversi: con il consolidamento potrai richiedere un nuovo prestito con il quale estinguere tutti quelli precedenti. Inoltre, spesso è possibile ottenere anche della liquidità aggiuntiva per far fronte ad ulteriori spese.

Per quanto riguarda l’estinzione dei debiti precedenti non c’è una regola fissa: talvolta è il cliente che, dopo aver ottenuto il nuovo prestito, deve recarsi presso le singole banche per estinguere i vari prestiti, altre volte si occupa di tutto la nuova banca. Se dopo aver contratto un prestito per il consolidamento dovessi avere la possibilità di estinguerlo anticipatamente, nessun problema. Potrai farlo in qualsiasi momento e senza bisogno di fornire alcuna motivazione, risparmiando così sugli interessi non ancora versati alla banca. 

Per ulteriori approfondimenti sull’argomento ti segnaliamo questa videoguida sul prestito consolidamento debiti, in cui il fondatore del comparatore online SuperMoney, Andrea Manfredi, fornisce alcuni preziosi consigli su questa particolare tipologia di finanziamento.

Vantaggi e svantaggi del consolidamento debiti
Tra i principali vantaggi del consolidamento debiti abbiamo senza dubbio la semplicità di doversi ricordare un’unica rata mensile, cosa che permette anche di pianificare e gestire meglio il budget familiare. Inoltre, a fronte di un allungamento della durata del piano di rimborso potrai ottenere un alleggerimento della spesa mensile, poiché la rata unica sarà più bassa rispetto a quanto sarebbe stata la somma degli importi delle singole rate.

L’allungamento del periodo di restituzione del finanziamento, però, comporta necessariamente interessi più alti. Complessivamente, potresti quindi trovarti a spendere di più rispetto a quanto avresti fatto mantenendo i singoli finanziamenti separati. Stipulare un prestito per il consolidamento debiti conviene quindi nel caso in cui, ad esempio, hai sottoscritto precedenti finanziamenti a tassi poco vantaggiosi. Se riesci a negoziare con la nuova banca un buon tasso, in questo caso potresti comunque risparmiare qualcosa.

Chi può richiedere il consolidamento debiti?
Per poter richiedere un prestito per il consolidamento devi avere un’età compresa tra i 18 e i 75 anni. Devi inoltre avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato, con anzianità lavorativa minima di almeno 6 mesi, o essere titolare di una pensione. Anche i lavoratori autonomi possono richiederlo, ma devono comunque dimostrare di avere entrate fisse e continuative.

Infine, se vuoi ottenere il consolidamento dei debiti devi necessariamente avere una buona affidabilità creditizia. Se quindi sei stato segnalato alle Centrali Rischi come cattivo pagatore perché in passato non hai pagato con puntualità un prestito, le tue possibilità di ottenere il consolidamento sono praticamente nulle.

Sono necessarie garanzie particolari?
Per tutelarsi dal rischio di insolvenza, la banca potrebbe richiederti ulteriori garanzie prima di concederti il prestito consolidamento debiti. La formula più diffusa è quella del garante, ovvero di una persona che firmi il contratto insieme a te e si impegni a rimborsare il prestito nel caso in cui tu non ne fossi più in grado. Anche il garante deve ovviamente avere una buona storia creditizia (no cattivi pagatori o protestati) e deve dimostrare di avere un reddito fisso.
Un altro esempio di garanzia aggiuntiva è la cambializzazione delle rate. Si tratta però di una clausola rischiosa, poiché in caso di mancato pagamento di una sola rata la banca è autorizzata a pignorare i tuoi beni per un valore corrispondente, senza nemmeno bisogno di una sentenza di condanna o di un decreto ingiuntivo. 



Articolo di Guide al Risparmio / Commenti