Rivolta in Carcere a Benevento: due agenti feriti e danni ingenti

14:41:31 3149 stampa questo articolo
Casa circondariale di BeneventoCasa circondariale di Benevento

La situazione nel carcere di Contrada Capodimonte è stata critica, ma è rientrata dopo una violenta rivolta da parte dei detenuti. Il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria (Sappe) lancia l'allarme.

Altissima tensione nel carcere di Benevento, dove è in atto una violenta rivolta da parte di alcuni detenuti. Una situazione incandescente che ha visto la distruzione di una sezione detentiva e il ferimento grave di due agenti di Polizia Penitenziaria.

Tiziana Guacci, segretario del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe, ha denunciato la gravità della situazione attraverso una nota inviata alla stampa. "Ci arrivano da Benevento segnali allarmanti di una crescente tensione. I detenuti comuni del quarto piano, per futili motivi, hanno devastato la rotonda, i computer, i vetri e tutto quello che c’era. In prima battuta sembrerebbe che abbiano preso in ostaggio dei colleghi; due agenti sono stati accompagnati in ospedale".

La situazione è estremamente critica e sul posto sono presenti anche operatori delle altre forze di polizia. Guacci ha sottolineato la necessità di interventi immediati da parte degli organi ministeriali e regionali dell’Amministrazione Penitenziaria per assicurare l’ordine e la sicurezza nel carcere di Benevento, proteggendo gli agenti di Polizia Penitenziaria.

Donato Capece, segretario generale del Sappe, ha giudicato la condotta dei detenuti in rivolta come "irresponsabile e gravissima". Capece ha evidenziato che le denunce del sindacato riguardo alla tensione nelle carceri campane sono quotidiane. "La Polizia Penitenziaria continua a resistere, nonostante le quotidiane aggressioni. I problemi del carcere sono reali, come reale è l’aumento degli eventi critici nei penitenziari. Servono urgenti provvedimenti per frenare la spirale di tensione e violenza che ogni giorno coinvolge, loro malgrado, gli agenti nelle carceri italiane e campane".

La situazione a Benevento è solo l’ultimo esempio di un problema più ampio e persistente. Il Sappe richiama l'attenzione delle autorità competenti affinché vengano prese misure concrete per risolvere una crisi che rischia di degenerare ulteriormente.



Articolo di Cronaca / Commenti