Come dormire più freschi durante i periodi più caldi

18:7:45 18632 stampa questo articolo
MaterassoMaterasso

Con l’avvicinarsi della stagione più calda arriva anche il problema di riuscire a riposarsi nel modo giusto; il caldo torrido dell’estate, soprattutto quelle di questi ultimi anni, disturba il sonno di moltissimi di noi; non sono solo le temperature alte il problema, è anche l’umidità che rende più difficoltoso l’addormentarsi e l’avere un sonno pienamente ristoratore.

Certo, potremmo utilizzare un condizionatore d’aria, ma sappiamo benissimo che tenere acceso questo elettrodomestico per diverse ore non solo è particolarmente costoso, ma non è nemmeno consigliabile per la salute. Magari possiamo tenerlo acceso 30-40 minuti prima di coricarci per rinfrescare un po’ la stanza, ma non è mai consigliabile tenerlo acceso tutta la notte.

Detto ciò, quali altri accorgimenti possiamo adottare quando il caldo ci impedisce un buon riposo? Ecco alcuni semplici, ma utili suggerimenti.

Alcune idee per rendere più fresca la propria camera da letto

La prima cosa da fare per rendere più fresca la stanza da letto è quella, dopo essersi alzati, di spalancare le finestre e arieggiare la stanza nelle ore più fresche del mattino. Appena la temperatura comincia ad alzarsi è necessario chiudere le finestre.

Se la finestra della nostra camera è esposta al sole si devono abbassare le tapparelle. In questo modo il calore esterno entrerà meno facilmente nella stanza. Le finestre potranno eventualmente essere riaperte durante le ore notturne se l’aria si sarà rinfrescata un po’.

Il secondo consiglio è quello di utilizzare della biancheria da letto che sia la più fresca possibile; quando le temperature sono molto alte in genere si evita l’uso dei copriletti, anche se sono leggeri, limitandosi al solo utilizzo delle lenzuola. A questo proposito si deve ricordare che vi sono tessuti più freschi di altri e quindi più adatti all’uso estivo; Ferò Milano, per esempio, azienda specializzata nella biancheria di lusso per la casa a prezzi accessibili, propone un ricco catalogo di lenzuola pregiate realizzate in tessuti di vario tipo; molto adatte alle calde notti estive sono le lenzuola di lino, oppure quelle in raso di cotone, un tessuto che si “adatta” alla temperatura corporea; è fresco d’estate e caldo d’inverno. Pure il cotone percalle è un’ottima scelta per i mesi più caldi. Anche un puro cotone molto leggero è adatto.

Per quanto riguarda l’abbigliamento, se si è abituati a dormire con il pigiama, è opportuno scegliere un capo in cotone particolarmente leggero e morbido.

Altro utile accorgimento è quello di utilizzare il lato giusto del materasso. Molti materassi, infatti, hanno un lato estivo e un lato invernale; se ci viene passata la battuta, è un po’ come per il cambio delle gomme estive e invernali; quando le temperature cominciano a salire, bisogna ricordarsi di “fare il cambio” e girare il materasso dalla parte estiva che garantisce una superficie più fresca sulla quale riposare. Vi sono anche materassi “unica stagione”; in questo caso non c’è bisogno di fare nessuna manovra.

Un consiglio che viene dato per rinfrescarsi prima di andare a dormire è quello di immergere i piedi per qualche minuto in acqua fredda; sembra un rimedio banale, ma si rivela molto efficace per rinfrescare tutto il corpo.

È anche utile idratarsi correttamente; un’idratazione corretta infatti mantiene inalterata la capacità che il corpo ha di rinfrescarsi. Non importa bere bibite ghiacciate, l’importante innanzitutto è bere; magari una tisana fresca se non abbiamo troppa voglia di acqua. Meglio evitare le bevande troppo ricche di caffeina che tendono ad agitarci e a disturbare il sonno. 



Articolo di Idee di Casa / Commenti