Sviluppo tecnologico per la sicurezza stradale

9:14:46 3432 stampa questo articolo
Sviluppo tecnologico per la sicurezza stradaleSviluppo tecnologico per la sicurezza stradale

Il tema della sicurezza stradale è tra i più caldi degli ultimi anni perché, sebbene le condizioni generali del trasporto privato e pubblico su gomma siano in netto miglioramento anno dopo anno, gli incidenti su tratti urbani e autostrade rappresentano comunque una piaga sociale da tamponare il più possibile. 

Il continuo sviluppo tecnologico dei sistemi di sicurezza da montare sulle vetture di serie, ha fornito un apporto significativo alla riduzione sia del numero di incidenti che degli infortuni più o meno gravi legati ad essi. 

Sia il mercato del nuovo che gli specialisti nella vendita di auto usate o Km0, propongono modelli di automobili che montano soluzioni testate in maniera approfondita e qualche volta talmente avanzate da essere state sperimentate prima su pista, ad esempio in Formula 1 o nei rally. 

Importante sottolineare inoltre, come airbag sempre più sensibili e intelligenti, barre rinforzate laterali e scocca realizzata con materiali super resistenti, trasformino l'abitacolo in una vera e propria cellula di sopravvivenza, capace di resistere a forti urti o a ribaltamenti, deformandosi in maniera minima e offrendo riparo ad automobilisti e passeggeri.

La sicurezza stradale, però, passa anche per una corretta informazione a disposizione dei guidatori. Da spot pubblicitari e materiale informativo vario, spesso promosso dal Ministero dei Trasporti, si comprende ad esempio come sia molto utile rispettare alcune norme, come quelle che regolamentano limiti di velocità e distanza di sicurezza, tenendo anche presente le diverse condizioni atmosferiche e del fondo stradale. Queste informazioni sono fondamentali perché, malgrado la resistenza sempre crescente offerta dall'abitacolo delle moderne vetture, è bene che i guidatori conoscano le reali conseguenze che possono derivare da un possibile impatto con altre auto o ostacoli, a velocità elevate. Cellula di sopravvivenza, airbag e cinture di sicurezza sono sistemi utilissimi ma la loro resa ottimale è testata a velocità non estreme. Spingersi oltre i limiti rende imprevedibile la loro tenuta e, conseguentemente, aumenta in maniera vertiginosa i rischi alla guida.

Meccanica ed elettronica avanzata per una guida sicura

Oltre ai dispositivi in abitacolo, le automobili moderne montano diversi sistemi elettronici e meccanici che servono per aumentare in maniera sensibile la sicurezza al volante. Su molte vetture la frenata è ripartita elettronicamente e dosata in maniera automatica da un computer che ne decide l'intensità. Si fanno sempre più largo i sistemi che, attraverso una serie di precisi sensori, attivano automaticamente l'impianto frenante in caso di pericolo imminente non avvertito da un guidatore distratto. 

Anche in questo contesto, è bene non lasciarsi tentare dalla presenza di dispositivi elettronici di frenata, per abbassare il livello di guardia alla guida e dedicarsi, ad esempio, ad attività sconsigliatissime come parlare al cellulare o scrivere SMS. L'elettronica ha fatto passi da gigante anche nella gestione automatica della potenza degli attuali motori. In fase di accelerazione, infatti, molto spesso il pericolo è dietro l'angolo, perché gli pneumatici possono perdere aderenza soprattutto su fondi stradali umidi, gelati o accidentati, dando origine a sbandate e a perdite di controllo della vettura. 

I sistemi di controllo della trazione, largamente impiegati nelle moderne auto di serie, servono proprio a permettere al guidatore di governare il proprio motore, limitando i rischi legati ad un repentino aumento dei giri. Naturalmente, un'accelerazione graduale e dolce, al pari di altri piccoli accorgimenti di guida sicura, consigliati in questo articolo, danno al guidatore la possibilità di schierarsi al fianco della tecnologia, per viaggiare in tranquillità, limitando i rischi.



Articolo di Motori / Commenti