Sequestro scarichi: il Comune chiede chiarimenti alla Procura

16:16:47 384 stampa questo articolo
Vincenzo Sguera - foto tratta dal profilo facebookVincenzo Sguera - foto tratta dal profilo facebook

La richiesta: "in merito a tutti i possibili provvedimenti concessori che l’Ente potrebbe rilasciare ai cittadini, nel pieno rispetto del decreto di sequestro emesso dal GIP".

Questa mattina presso la sede dell’assessorato all’Urbanistica del Comune di Benevento si è tenuta una riunione per discutere della questione del sequestro degli scarichi diretti nei fiumi e delle conseguenze che ne sono derivate in termini di diniego di ogni genere di autorizzazione. Sulla vicenda è poi intervenuto Vincenzo Sguera consigliere comunale ed esponente di Forza Italia.

“Su sollecitazione del gruppo consiliare di Forza Italia – scrive Vincenzo Sguera -, per venire incontro alle tante richieste che provengono dagli ordini professionali e dal mondo dell'impresa, si è riunito un tavolo tecnico congiunto - Comune di Benevento e Gesesa - per discutere della problematica attinente al decreto di sequestro degli scarichi diretti di proprietà dell’Ente ed al successivo provvedimento emesso dal Dirigente competente. Alla riunione hanno preso parte: Antonio Capuano, Antonio Reale, Vincenzo Sguera, Maurizio Perlingieri, Tiziana Tarantino, Giovanni Tretola e Bartolo Fontanarosa. La discussione – spiega l'esponente di Forza Italia a Palazzo Mosti - ha riguardato principalmente la possibilità del rilascio di autorizzazioni da parte del Comune per tutte quelle attività che non comportano un “aggravamento della portata inquinante dei collettori incriminati”. Pertanto, si è deciso di demandare agli avvocati Sguera e Tarantino, nonché agli ingegneri Perlingieri e Tretola, la redazione di un’istanza - previamente sottoposta alle valutazioni del Sindaco di Benevento e del Dirigente del settore legale - per richiedere chiarimenti alla Procura di Benevento in merito a tutti i possibili provvedimenti concessori che l’Ente potrebbe rilasciare ai cittadini, nel pieno rispetto del decreto di sequestro emesso dal GIP presso il Tribunale di Benevento”. 



Articolo di Comune di Benevento / Commenti