Studiare e lavorare part time? Ecco come fare

16:23:28 4789 stampa questo articolo
Studiare e lavorare part time? Ecco come fareStudiare e lavorare part time? Ecco come fare

Coniugare studio e lavoro per acquisire esperienze già durante gli studi, riuscendo a crearsi un minimo di autonomia, come già fanno i ragazzi in altri paesi europei, oggi è possibile anche in Italia.

Coniugare studio e lavoro: parliamo di un obiettivo che, pur presentando delle oggettive difficoltà legate ad orari che si accavallano e a energie che se ne vanno, oggi diventa un ottimo sistema per crescere e per ottimizzare al massimo gli anni di studio, creandosi così le basi per invadere il mercato del lavoro con un know how migliore rispetto ai giovani che concorreranno per le medesime posizioni professionali. Non si tratta di una missione semplice ma, con i giusti consigli, decisamente non impossibile: vediamo dunque come studiare e lavorare insieme.

Quale lavoro fare? La soluzione del part time

Quando decidete di impiegarvi in un lavoro, il primo ostacolo che dovrete superare sarà il tempo, limitato dalla frequenza delle lezioni universitarie e dallo studio a casa. Da questo punto di vista, dunque, il nostro consiglio è di puntare al part time, che vi consenta di guadagnare e di fare esperienza nel mondo del lavoro, senza sacrificare gli impegni universitari. Oggi, poi, questa missione è molto più semplice per via della presenza di portali specializzati come Jobrapido.com, che consentono agli studenti di trovare un lavoro part time filtrando le offerte anche in base alla modalità e alle ore giornaliere richieste.

Imparare ad organizzare orari e carichi di lavoro

Lavorare e studiare insieme presuppone una grande organizzazione da parte dello studente-lavoratore, che dovrà essere in grado di stilare un programma settimanale suddividendo nel migliore dei modi gli impegni universitari da quelli lavorativi. Inoltre, proprio per questi motivi la procrastinazione degli impegni diventa un nemico da evitare sin da subito, per evitare di trovarsi poi in seria difficoltà, con compiti da svolgere all’ultimo minuto.

Motivarsi tenendo sempre a mente un obiettivo

Quando un ragazzo frequenta l’università e sceglie di lavorare part time, non lo fa ovviamente per piacere ma per necessità: questo significa che le energie tendono presto ad esaurirsi, e che la motivazione diventa dunque l’unica benzina di questa doppia vita. Per questo motivo, quando sentite che state per mollare pensate subito al perché lo state facendo: per guadagnare e per aumentare le vostre chance professionali future. In questo modo, riuscirete a motivarvi e ad andare avanti.

Non rinunciare mai ai momenti di svago

La giornata diventa improvvisamente più corta quando ci si trova oberati di impegni, ma questo non significa che dobbiate sacrificare sport, svago e hobby impiegando ogni singolo minuto per studiare o lavorare. Il cervello ed il fisico hanno bisogno di staccare la spina, per ricaricare le loro batterie: inoltre, le attività ricreative producono endorfine e aiutano ad affrontare meglio gli impegni lavorativi o di studio, migliorando anche l’umore e – di conseguenza – la motivazione. Quando sentite di essere arrivati al limite, il consiglio è di prendervi un po’ di tempo per voi stessi.



Articolo di Lavoro / Commenti