Telese Terme, spacciava droga ai minorenni. Arrestato dalla Polizia di Stato un cittadino straniero

18:12:53 5709 stampa questo articolo
Polizia Telese Polizia Telese

La sostanza rinvenuta, ossia 6,7 grammi lordi contenuti in 4 bustine e 1,7 grammi lordi acquistati dai giovani, unitamente alle banconote è stata sottoposta a sequestro.

​Un arresto per spaccio di sostanze stupefacenti e la segnalazione di due minori alla Prefettura ai sensi dell’art. 75 del Testo Unico sugli Stupefacenti. È accaduto questa mattina a Telese Terme da parte degli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza, coordinati dal Vice Questore Flavio Tranquillo, a seguito della segnalazione di un cittadino pervenuta alla centrale operativa della Polizia di Stato.

​L'uomo infatti ha riferito di aver visto tre giovani di circa 16/17 anni ai quali un cittadino straniero, nei pressi di un centro di accoglienza, aveva consegnato una bustina presumibilmente di droga, in cambio di 10 euro.

Il personale della Volante si è quindi immediatamente recato nell'area segnalata e ha individuato i ragazzi che, a piedi, stavano transitando lungo Via Roma e li ha fermati per un controllo che ha dato esito positivo. ​È stata infatti rinvenuta una bustina di cellophane contenente marijuana.

​Successivamente gli agenti hanno proceduto al controllo del centro di accoglienza per rintracciare il pusher e sottoporlo a perquisizione. Dalle verifiche effettuate sono state rinvenute, occultate nella tasca destra dei pantaloncini, ben 4 bustine di cellophane contenenti marijuana e una banconota da 10 euro. Sotto il cuscino del letto sono invece state trovate 7 banconote da 50 euro per un importo complessivo di 350 euro.

La sostanza rinvenuta, ossia 6,7 grammi lordi contenuti in 4 bustine e 1,7 grammi lordi acquistati dai giovani, unitamente alle banconote è stata sottoposta a sequestro.

​Il pusher è stato condotto in Commissariato e all’esito dell’esame positivo al narcotest è stato dichiarato in arresto per il reato previsto e punito dall’art. 73 del Decreto del Presidente della Repubblica 309/90 con l’aggravante della consegna della sostanza stupefacente a persona di età minore, prevista dall'articolo 80, comma 1, lettera a), del medesimo decreto. È stato quindi sottoposto agli arresti domiciliari mentre i tre minorenni sono stati segnalati alla Prefettura.



Articolo di Cronaca / Commenti