Vicenda CMR, nuova protesta dei dipendenti che si incatenano dinanzi la Prefettura

11:16:26 2374 stampa questo articolo
Protesta CMR PrefetturaProtesta CMR Prefettura

I lavoratori del CMR di Sant’Agata de’ Goti hanno nuovamente protestato stamani a Benevento chiedendo certezze sul futuro ed il rispetto degli accordi.

Ancora una protesta dei lavoratori del Centro Medico Erre di Sant'Agata de' Goti che questa mattina si sono incatenati dinanzi al Palazzo del Governo sede della Prefettura lungo Corso Garibaldi a Benevento.

“L’azione, forte di questa mattina – spiega Giovanni De Luca della Uil Fpl – è tesa a chiedere l’intervento urgente del prefetto Paola Galeone sulla vicenda”. Una caso, che li vede ormai da mesi non percepire lo stipendio e protagonisti di tanti atti di protesta. “Viviamo una situazione di stallo – aggiunge – ad oltre un mese dall’incontro in Prefettura e dal deposito da parte del management del Cmr del Concordato Preventivo presso il Tribunale di Benevento”.

Ad ascoltare le ragioni della protesta è stata Maria De Feo capo del Gabinetto che ha tranquillizzato i lavoratori e assicurato l’interessamento del prefetto sulla vicenda che poi ha incontrato brevemente i lavoratori così come il questore Giuseppe Bellassai. Presente anche Pompeo Taddeo della Fp Cgil che ha commentato, “siamo scesi in portesta perché gli accordi non erano questi: ai dipendenti dovevano essere corrisposti 2 stipendi ed il 50% della tredicesima. Inoltre abbiamo chiesto che si sblocchi il concordato e chiesto al prefetto di interessare il giudice Monteleone. La nostra protesta va avanti”.

Come si ricorderà nei giorni scorsi l'Asl aveva liquidato al Centro Medico Erre la somma di 615mila euro ed i sindacati avevano chiesto che tali fondi venissero utilizzati per il pagamento degli stipendi. 



Articolo di Sindacati / Commenti