A Castelvenere ‘Strade di Vini’, l’arte dal basso e la partecipazione delle scuole

17:44:1 4485 stampa questo articolo
Veduta panoramica di CastelvenereVeduta panoramica di Castelvenere

Strade di Vini - ricreazione del paesaggio rurale propone la promozione della cultura vitivinicola, insieme alla tutela del territorio e delle sue tradizioni, come valori fondanti di un processo creativo destinato a esaltare la realtà del Comune di Castelvenere. Il progetto, promosso dal Comune, diretto da Tabula Rasa Eventi, in collaborazione con Rural Hub, Interferenze, la S.U.N. e la Pro Loco di Castelvenere, nasce sulle tracce del PUC premiato nel 2013 dall’Associazione Nazionale Città del Vino.
Dal 16 al 22 febbraio il borgo del vino ospiterà una Residenza Artistica con il collettivo svedese Kultivator e il duo Bianco-Valente. L’obiettivo è quello di aprire uno spazio relazionale in cui sperimentare modelli culturali ed estetici che reinterpretino le risorse locali, rileggendo in senso critico concetti come “comunità”, “identità”, “tradizione”. Gli artisti, infatti, coinvolgeranno produttori, abitanti, giovani e studenti in un viaggio di riscoperta e riappropriazione dei luoghi, per ridefinire il concetto di Land Art, trasformandola in un processo di ricreazione sociale del paesaggio rurale: Social Land Art. Strade di Vini diventa quindi un’esperienza artistica innovativa e partecipata, fondata su una visione aperta e democratica dell’arte che diventa attività sociale oltre che strumento di design del territorio. Ma Strade di Vini non è solo Residenza Artistica. Il 7, 14, 21 e 28 febbraio, il borgo ospiterà i Wine Lab: un percorso di formazione rivolto a cinque scuole del territorio, per creare una rete di sostegno e di valorizzazione del patrimonio paesaggistico, enogastronomico e culturale a favore degli studenti che parteciperanno gratuitamente a lezioni sui nuovi modelli di comunicazione e di marketing territoriale. Il percorso prevede 4 incontri sui temi della rural social innovation, la green economy, la transmedialità, con esperti e professionalità riconosciute. Gli incontri seminariali saranno associati a laboratori di storytelling del vino e del territorio: la sensibilizzazione delle nuove generazioni a un uso consapevole delle nuove tecnologie è fondamentale per una comunicazione leggibile, accessibile e sostenibile. Le scuole coinvolte sono quelle che hanno affinità con le tematiche del progetto Istituto d’Istruzione Superiore – indirizzo alberghiero di Castelvenere,Istituto Tecnico Agrario Galilei-Vetrone di Guardia Sanframondi, Istituto d’Istruzione Superiore- indirizzo turistico di Faicchio, Istituto d’Istruzione Superiore Carafa - Giustiniani di Cerreto Sannita e l’Istituto d’Istruzione Superiore Telesi@. I Wine Lab saranno soprattutto esperienze di confronto, in cui l’idea progettuale si misurerà con le visioni dei professionisti, degli esperti coinvolti, dei produttori, degli artigiani, dei giovani, per creare un nuovo punto di vista da cui partire per indagare le possibilità d’innovazione delle aree interne. Per il programma dettagliato www.stradedivini.it.



Articolo di Arti Figurative / Commenti