Assunzioni in cambio di danaro alla Maugeri, revocati arresti all'infermiera

14:8:33 2658 stampa questo articolo
Tribunale di BeneventoTribunale di Benevento

Rimessa in libertà l'infermiera mentre per il medico e l'amministrativo sono state confermate le misure. 

Non è più agli arresti E.L.Z. infermiera 47enne di Cerreto Sannita finita nei guai insieme ad altre due persone per la presunta richiesta di danaro in cambio di assunzioni alla Clinica Maugeri di Telese Terme che è del tutto estranea alla vicenda.

Un’inchiesta quella del pm Francesca Saccone che poi era scaturita negli arresti compiuti dai Carabinieri del Nas di Salerno. Secondo gli inquirenti sarebbero circa 30 le persone che avrebbero sborsato danaro – in tutto circa 185mila euro - pur di assicurarsi un posto. Per rendere credibile il tutto secondo la Procura erano stati “millantanti influenti conoscenze - inesistenti - presso la Regione Campania e dello stesso Governatore della Regione Campania. Inoltre inviavano persino false comunicazioni di ‘immissione in servizio’ provenienti dalla Regione Campania a mezzo raccomandata, indirizzate ai truffati, con le quali si preannunciava la sottoscrizione di un fantomatico contratto di lavoro, con successiva trasmissione di un telegramma riportante la data di inizio del rapporto lavorativo”.

A revocare la misura cautelare è stata il gip Lorendana Camerlengo, confermati arresti per R.M. medico 64enne di Telese Terme e G.V. 55enne impiegato dell’azienda di Foglianise. Due dei tre indagati hanno risposto alle domande del gip respingendo le accuse, in silenzio invece il medico. L’infermiera si è detta estranea ai fatti spiegando la sua versione che il gip ha ritenuto probabilmente credibili tanto da revocare la misura.



Articolo di Cronaca Giudiziaria / Commenti