Benevento. Gaetano Rummo celebrato nel centenario dalla scomparsa

19:16:11 1309 stampa questo articolo
Cerimonia centenario nascita Gaetano RummoCerimonia centenario nascita Gaetano Rummo

Il ricordo di Gaetano Rummo nel centenario della sua scomparsa presso il liceo scientifico al lui intitolato.

Questa mattina l'insigne scienziato, parlamentare e giornalista è stato ricordato al liceo Rummo di Benevento. Nel centenario della scomparsa ne hanno ricordato la figura poliedrica ed innovativa il sindaco Clemente Mastella, Ida Ferraro, dirigente ASL Benevento,Vittorio Gianvito, alunno del liceo “Rummo” e presidente di Interact Club di Benevento, Andrea Ielardi, giornalista.

Nelle parole della dirigente Teresa Marchese rivive la dedizione, l'onestà intellettuale e i risultati conseguiti dall'illustre personaggio, che ancora costituisce un modello per le giovani generazioni. Ida Ferraro si sofferma sulla storia dell’Ospedale “G, Rummo” e sul logo dell’azienda che conserva due segni grafici che ricordano lo scienziato: un semicerchio nella parte superiore allude al Teatro romano, ai cui scavi il Rummo contribuì fattivamente, ma anche al sole che sorge, metafora dell’ammalato che guarisce.

Nella parte inferiore è visibile la “dormiente del Sannio”, omaggio al territorio e metafora del paziente disteso. Il giornalista Andrea Ielardi ne ripercorre le tappe biografiche e professionali. Nato a Benevento il 6 luglio 1853 da modesti commercianti ebbe modo presto di esprimere le proprie potenzialità nel campo della medicina, passando per Napoli, Siena e Parigi, dove lasciò segno tangibile del proprio impegno.  Non aveva un carattere alla mano, Gaetano Rummo, ma questo gli consentì di reagire ai soprusi con orgoglio e di trasferirsi a Parigi dopo aver subito un’ingiustizia durante un concorso per coadiutore medico all’Ospedale degli Incurabili.

A lui si devono l’impiego innovativo della cinepresa, con cui usava documentare casi clinici che poi portava all’attenzione dei suoi studenti. Nel campo delle scoperte gli si riconoscono l’individuazione del “morbo di Rummo-Ferrannini”e la classificazione dei farmaci contro le malattie cardiologiche. Pochi sanno che Gaetano Rummo fu anche giornalista e fondatore del quotidiano di informazione scientifica "La riforma medica", diventato settimanale dopo venti anni e poi confluito nella “Minerva Medica” di Torino.

E’ uno dei personaggi più presenti nella toponomastica, a Benevento, dove gli sono intitolati, com’è noto, l’Ospedale Civile, il liceo e la via Rummo. Anche a Napoli ricorre il suo nome insieme a molti personaggi sanniti di spicco, cui sono intitolati molti ospedali.

Insomma, un personaggio e un medico dalle capacità quasi taumaturgiche, tanto che il sindaco lo ha invocato perché illumini i medici che si occupano dei calciatori del Benevento, impegnati questa sera, com’è noto, nei play off contro il Perugia. 

Sonia Caputo



Articolo di Persone / Commenti