Convegno dell'Universita' del Sannio sulle ludopatie, partecipera' Nadia Toffa

16:3:8 822 stampa questo articolo
Le Iene - foto profilo fbLe Iene - foto profilo fb

“L’azzardo del gioco. Manie, rischi e (probabili) soluzioni” è il convengo che si terrà lunedi 16 gennaio, alle ore 15:00, presso l’Auditorium Sant’Agostino, di Benevento.

Organizzato dall’Università degli Studi del Sannio, sul gioco d’azzardo e sulle patologie che ne derivano, il convegno vedrà la partecipazione di alcuni tra i maggiori esponenti del Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore della Sanità che anticiperanno il confronto sul tema con la giornalista Nadia Toffa, inviata e conduttrice de “Le Iene”, noto programma televisivo d’inchiesta in onda sulle reti Mediaset.

Nadia Toffa nel corso della sua carriera ha realizzato numerose inchieste sull’uso delle slot machine e sulla ludopatia in generale, scrivendo uno dei libri più venduti del 2014, “Quando il gioco si fa duro. Dalle slot machine alle lotterie di Stato: come difendersi in un Paese travolto dall’azzardomania”, edito da Rizzoli.  Nel 2009 diventa un'inviata del programma televisivo “Le Iene”, registrando alcuni tra i più importanti servizi d’inchiesta italiani. Tra i più celebri vi sono quelli su presunte truffe compiute da farmacie ai danni del servizio sanitario nazionale, sulla proliferazione delle sale di gioco, sullo smaltimento illegale dei rifiuti in Campania per mano della camorra, il crescente tasso di tumori nel “triangolo della morte" tra Napoli e Caserta, sulla terra dei veleni a Crotone, sul tema dell’Hiv e sull’alimentazione, smascherando in numerose occasioni truffe e truffatori.

Nel 2015 ha vinto il primo premio nella sezione TV del Premio Internazionale Ischia di Giornalismo. Nello stesso anno debutta alla conduzione con il talk show di Italia 1, Open Space, andato in onda in prima serata per quattro puntate. Dal 2016, pur continuando a svolgere il suo lavoro di inviato, diventa volto di punta del programma televisivo“Le Iene” che conduce ormai da due stagioni. 

Nei giorni a seguire l'Unisannio renderà noti il programma e i nomi di tutti i relatori.



Articolo di Università, Ricerca / Commenti