Gesesa - Unisannio, partito il corso di perfezionamento in management del servizio idrico integrato

18:6:23 967 stampa questo articolo
GesesaGesesa

Il corso avrà termine a dicembre 2018, con una prova di valutazione finale. I due migliori studenti (un uomo e una donna), che supereranno tale prova, avranno la possibilità di fare uno stage presso la sede di ACEA SpA.

Si è tenuta, stamane, l’apertura del Corso di Perfezionamento in Management del Servizio Idrico Integrato organizzato da GESESA e Università del Sannio. Presenti, a questa prima lezione introduttiva, tutti i corsisti iscritti e i docenti che li accompagneranno nel percorso formativo specialistico, che ha l’obiettivo di formare una figura manageriale che avrà competenze ingegneristiche-organizzativo aziendali.

“Oggi, il mondo Universitario, ha bisogno di aziende che collaborino con il mondo studentesco” – così ha esordito, la professoressa ordinaria di Organizzazione Aziendale Gilda Antonelli, che ha portato i saluti da parte del Rettore Filippo de Rossi e del Direttore del Dipartimento di Economia e Management Giuseppe Marotta, dell’Università del Sannio. “Solo così - continua la Antonelli - gli studenti potranno comprendere il mondo aziendale, che è in continua evoluzione e per questo avranno bisogno di apprendere quanto più possibile dalle aziende, come GESESA, che sono aperte al cambiamento.”

Anche l’Amministratore Delegato di GESESA Piero Ferrari, ha salutato i corsisti: “la nostra Azienda, è lieta di collaborare con il mondo universitario, perché crede che da esso escano risorse importati per il territorio, pertanto investire in corsi e master universitari è un dovere per una realtà come GESESA SpA. Oggi con questo primo incontro ha inizio un percorso formativo post laurea, che dà l’opportunità di imparare ciò che sopra i libri non si può, e cioè il “saper fare”, e quindi quella pratica e quell’esperienza che, solo vivendo da vicino il mondo aziendale, si possono acquisire.”

” E' compito di un’Azienda come GESESA, gestore del Servizio Idrico Integrato,  essere disponibile ad accogliere studenti e neo laureati  - ha dichiarato il presidente Abbate - per fornirgli le competenze utili per confrontarsi con un mondo professionale, che richiede figure di esperti, che abbiano capacità versatili, e una conoscenza a 360° su materie che spaziano dall’Organizzazione Aziendale a quelle più specifiche, come in questo caso, ingegneristiche.”



Articolo di Università, Ricerca / Commenti