A Benevento si accende il Natale, presentato il logo di "Streghe in luce"

18:16:59 5644 stampa questo articolo
Streghe in LuceStreghe in Luce

Si tratta di un’immagine con streghe, colori e fantastiche luci. Il logo è stato disegnato dal maestro Lello Esposito.

Consegnato questo pomeriggio dal maestro Lello Esposito al sindaco di Benevento, Clemente Mastella, il bozzetto raffigurante il logo della manifestazione “Streghe in luce”. Un programma denso di eventi quelli previsti dall’Amministrazione Mastella in occasione delle festività natalizie. Si parte il 2 dicembre e tutto si concluderà il 15 gennaio.

Diverse le iniziative come il “Villaggio del Gusto, Saperi e sapori della tradizione” che si snoderà tra piazza IV Novembre e piazza Santa Sofia. 40 le casette in legno in cui sarà possibile assaporare e promuovere le eccellenze agroalimentari e artigianali del territorio. Prevista inoltre anche un grande padiglione per ospitare eventi di varia natura, la struttura sarà innalzata tra la Prefettura e la Camera di Commercio. Ma non solo, perché il natale di Benevento sarà totalmente incentrato sui bambini. Previsti infatti anche artisti di strada, cori gospel.

“Streghe in Luce” promosso da Comune e Fondazione Benevento Città Spettacolo sarà affidato al lighting designer Filippo Cannata con le luminare, ispirate ai disegni dei bambini, che attraverseranno Corso Garibaldi, via Traiano, piazza Castello compresa la Villa Comunale. Prevista anche la presenza di un coro di mille bambini seguiti dal Conservatorio e poi ancora il presepe dei piccoli sotto l’Arco di Traiano. In piazza Castello invece sarà installato un albero di natale alto 25 metri.

“Ringrazio, anche a nome dell’intera cittadinanza, il maestro Lello Esposito per aver accolto l’invito a realizzare gratuitamente il logo della manifestazione – ha spiegato Mastella -. L’augurio è che questo rapporto con la città di Benevento possa svilupparsi ulteriormente ospitando anche la sua produzione artistica, a partire dai suoi Pulcinella che, com’è noto, sono molto apprezzati sia in Italia che all’estero”.

Il sindaco si è poi soffermato sull’evento natalizio evidenziando che “non si tratta di una festa forcaiola, bensì di un evento culturale, gioioso e pedagogico dal momento che nell’ideazione delle luminarie sono coinvolti innanzitutto i bambini. Sarà anche un’occasione, come già è accaduto per le manifestazioni estive, per ridare un po’ di ossigeno all’asfittica economia locale. Speriamo di avere anche un contributo economico da parte della Regione. In ogni caso ci tengo a chiarire, soprattutto a qualche sciocco che dice di essere giornalista, che l’intera manifestazione non graverà sul Comune di Benevento per 200.000 euro, bensì per soli 50.000 euro. Una cifra di gran lunga inferiore a quelle spese dalle precedenti amministrazioni. Costo che, qualora dovesse arrivare il contributo della Regione, si ridurrebbe addirittura a zero. Anzi, colgo l’occasione per ringraziare la Camera di Commercio e gli sponsor privati che hanno accolto il mio invito a sostenere economicamente l’evento”.

“Sono felice di essere ritornato dopo tanti anni a Benevento, una città di cui conservo sempre un bellissimo ricordo – ha spiegato, a sua volta, il maestro Lello Esposito – quando mi ha chiamato Sandra Mastella per invitarmi a realizzare il logo e, poi, Filippo Cannata mi ha spiegato il ruolo centrale che avranno i bambini in questo progetto, ho subito pensato alla spontaneità, gioiosità e freschezza dei loro tratti e così è venuta fuori l’idea del logo raffigurante una strega, che è un simbolo riconoscibile in tutto il mondo. Insomma, un’immagine con streghe, colori e fantastiche luci per accendere il bambino che c'è dentro di noi!”. 



Articolo di Arti Figurative / Commenti