Ad Amorosi a fine marzo la settimana del fumetto

17:53:16 8157 stampa questo articolo

La grande passione per i fumetti, i mondi fantastici nei quali il lettore può immergersi, la possibilità di trovare oggetti e libri che riconducono alle prime fantasticherie dell’infanzia e dell’adolescenza, sono solo alcuni degli aspetti che caratterizzeranno la settimana dal 22 al 29 marzo ad Amorosi.
“Otto giorni nel mondo del fumetto“ è l’evento che la Biblioteca, con il contributo dell’Amministrazione Comunale e la collaborazione della Proloco, organizza a Palazzo Maturi. Sarà possibile visitare la mostra dei fumetti che hanno partecipato al Concorso Internazionale “Cavallino Comics 2014”, organizzato dall’Associazione Culturale Editoriale Unicorn di Cavallino Treporti, un comune collocato tra il mare e la Laguna di Venezia, a mezz’ora di battello da Piazza San Marco. Il Comune di Amorosi, su input dell’Assessore alla Cultura, Claudio Ferrucci, si è reso promotore del gemellaggio ed della collaborazione. Tutto ciò consentirà di ospitare nelle sale di palazzo Maturi una ricca selezione (oltre 50 tavole) disegnate da 20 importanti fumettisti italiani e stranieri. Si tratta di “storie disegnate” e valutate da una giuria di esperti, tra i quali il fumettista e scrittore Lele (Raffaele) Vianello, che ha assegnato i premi in palio ai primi due vincitori, oltre ad un terzo classificato come “miglior esordiente”. Ma l’arricchimento più prezioso è la presentazione di quattro Graphic Novels create dal gruppo “Sitgirl” di Imola, guidato da Alessandro Casadio. Un gruppo nato per eliminare i pregiudizi che spesso vincolano i disabili nella categoria delle persone inutili, inadeguate ai comuni stereotipi. E’una serie di storie che raccontano di una ragazza disabile (Sitgirl) la cui carrozzina, a seguito di un’esplosione nucleare, ha acquisito il superpotere di volare. La mostra sarà arricchita dalla partecipazione di operatori commerciali specializzati nel settore del fumetto, da proiezioni, lezioni di valenti insegnanti e non sono escluse altre, numerose, e piacevoli sorprese.



Articolo di Arti Figurative / Commenti