Al Dipartimento di Scienze e Tecnologie un seminario del professore Antonio Ereditato

15:24:49 1449 stampa questo articolo
Antonio EreditatoAntonio Ereditato

Esplorazione dell’immensamente grande e dell’infinitamente piccolo: strumenti e strategie. Seminario del prof. Antonio Ereditato, Università di Berna. 

Giovedì 15 marzo, alle ore 13, il Dipartimento di Scienze e Tecnologie ospita un seminario del prof. Antonio Ereditato, direttore dell’Istituto di Fisica delle alte energie dell’Università di Berna.

Ereditato, fisico delle particelle elementari, illustrerà strumenti e strategie per l’esplorazione dell’immensamente grande e dell’infinitamente piccolo, dall'infinito all'infinitesimale.

Il professore Ereditato è da anni impegnato nella ricerca fondamentale. Ha lavorato prima al Centro di ricerche nucleari di Strasburgo, poi al CERN e per 18 anni all’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Napoli. Dal 2006 dirige l’Istituto di Fisica delle alte energie dell’Università di Berna e insieme al suo team di ricercatori conduce studi ed esperimenti in stretta collaborazione con il CERN di Ginevra. Tra quelli più noti c’è ATLAS, un grande progetto internazionale di fisica di frontiera che si propone di studiare le condizioni della materia a pochissimi istanti dopo il big bang.
Di grande importanza sono anche due esperimenti sulla fisica del neutrino: OPERA, condotto in collaborazione con i laboratori italiani del Gran Sasso e T2K, condotto in Giappone.

Antonio Ereditato e il suo team all’Università di Berna stanno inoltre sviluppando una nuova generazione di rivelatori di particelle ad argon liquido per i quali hanno una competenza in ambito internazionale. Rientra invece tra le attività applicative, la collaborazione con l’Inselspital di Berna per la produzione di strumenti per la diagnostica e la terapia con fasci di protoni per la cura di particolari tumori.
 



Articolo di Università, Ricerca / Commenti