Amorosi, Comitato Ordine e Sicurezza Pubblica: le Forze dell'Ordine incontreranno la popolazione

17:47:25 1896 stampa questo articolo
Vertice sicurezza AmorosiVertice sicurezza Amorosi

Riunione ad Amorosi del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica.
 
Su iniziativa del prefetto Galeone il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica si è riunito nella mattinata odierna presso il Municipio di Amorosi nell’intento di dare un segnale di tangibile vicinanza delle Istituzioni ai territori interessati da recenti episodi di criminalità predatoria che hanno destato allarme sociale, soprattutto in relazione alle modalità con cui in taluni casi i delitti sono stati perpetrati.

Alla seduta hanno partecipato il Presidente della Provincia, i Sindaci di Amorosi, Dugenta, Faicchio, Limatola, Melizzano, Puglianello e Telese Terme ed i Vice Sindaco di Durazzano, Frasso Telesino, San Salvatore Telesino e Sant’Agata dei Goti, i cui territori, contigui alla provincia di Caserta e attraversati dalla Fondo Valle Isclero, risentono dell’influenza di quell’area notoriamente connotata da un più alto tasso di criminalità.

Nel corso dell’incontro si è dato atto che dall’esame dei dati statistici emerge una sostanziale tenuta della situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica e che furti e rapine, tipologie delittuose più diffuse, registrano un andamento pressoché costante che si attesta in limiti fisiologici.
Sebbene la comprensibile preoccupazione delle comunità locali non sia avvalorata dall’oggettivo dato numerico, è emersa la necessità di individuare misure condivise che contribuiscano ad innalzare il livello di sicurezza percepito dai cittadini, prevenendo il disagio giovanile e le dipendenze da sostanze stupefacenti e dal gioco d’azzardo patologico.

I rappresentanti delle forze dell’ordine hanno assicurato la prosecuzione dei servizi straordinari effettuati dalla Polizia di Stato, con il concorso operativo delle unità del Reparto Prevenzione Crimini, e dal Comando Provinciale Carabinieri, con i controlli congiunti dei Reparti Speciali per il contrasto all’illegalità diffusa e, al riguardo, gli amministratori locali hanno sottolineato il favorevole riscontro nella pubblica opinione dell’ esito delle indagini che hanno permesso nei giorni scorsi l’arresto dei 10 componenti di una banda dedita in Valle Telesina alla commissione di furti seriali in abitazioni e allo spaccio di stupefacenti.

Sul presupposto che un'efficace politica della sicurezza richiede una sempre più sinergica collaborazione tra lo Stato centrale e le Amministrazioni locali anche per salvaguardare il decoro e la vivibilità  urbana, i presenti hanno concordato l'implementazione degli impianti di videosorveglianza sia in ambito comunale che in ambiti pluricomunali per il controllo delle principali arterie di penetrazione nel territorio provinciale.

Il Consesso ha infine condiviso l’opportunità di promuovere appositi incontri dei rappresentanti delle Forze dell’ordine con la popolazione per sensibilizzarla ad adottare comportamenti di attenzione e cautela ed ogni possibile accorgimento finalizzato alla prevenzione dei reati, con l’attivazione di misure di sicurezza passiva e la tempestiva segnalazione di situazioni sospette o anomale alle Forze di Polizia, mantenendo con le stesse un dialogo aperto e costante, per contribuire ulteriormente, in un’ottica di sicurezza partecipata, al contenimento dei reati. 



Articolo di Giustizia / Commenti