Apice Vecchia, "Alfabetario dei Luoghi. Come visitare un luogo con 26 lettere dell'alfabeto"

12:6:18 3338 stampa questo articolo
Apice Vecchia: Alfabetario dei Luoghi. (Carrese e Regna)Apice Vecchia: Alfabetario dei Luoghi. (Carrese e Regna)

Venerdì prossimo il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese e la fotografa Elisa Regna presentano la loro opera enciclopedica dedicata al “paese fantasma".

Venerdì 26 maggio, al Castello Medievale di Apice Vecchia alle 18:30, sarà presentato il volume realizzato da Carrese e Regna. Libro pubblicato con il supporto di Gruppo D’Abbraccio di Ruviano.  Lo scorso febbraio, i due autori, Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, noto come “il fantasiologo”, e la fotografa Elisa Regna. I due hanno “spasseggiato” in Apice Vecchia secondo le regole ideate dallo studioso Carrese: come visitare un luogo con le 26 lettere dell’alfabeto.

Cosa sia un fotografo tutti sanno, ma cos'è un fantasiologo? Fantasiologo è chi si occupa di fantasia e di immaginazione. Come Carrese che si interessa a tempo pieno di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione in ambito interdisciplinare e sociale.

Alfabetario dei Luoghi, edita da Ngurzu Edizioni e realizzata artigianalmente a tiratura bassissima da uno stampatore, un falegname e dagli stessi autori, è un’opera enciclopedica con un volume dedicato ad Apice Vecchia. La struttura del volume, con un saggio introduttivo dello studioso che ha disegnato anche le mappe  alfabetiche e costruiti haikugrammi, prevede 52 fotografie in bianco e nero di Elisa Regna che richiamano 26 scatti reali, associati alfabeticamente ai luoghi, e 26 scatti chimerici, rintracciabili sempre al luogo ma che da esso trascendono a dimostrazione che, secondo le intenzioni del fantasiologo, in un luogo siamo sia con il corpo (scatto reale) sia con la mente (scatto chimerico). Alfabetario dei Luoghi è un gioco fantasiologico che mostra la dualità corpo/mente che appartiene a ogni essere umano intento a fantasiare e a immaginare, anche quando sembra fisicamente concentrato in un’attività specifica. Per l’occasione, saranno esposti pannelli alfabetici di Elisa Regna.



Articolo di Arti Figurative / Commenti