Comitato Acqua Sannita preoccupato per i tentativi di privatizzazione da parte del Comune dell'importante risorsa idrica

15:58:29 2943 stampa questo articolo
AcquaAcqua

E’ forte la preoccupazione da parte del Comitato dell'Acqua Sannita per i continui tentativi in seno al Consiglio Comunale di proseguire verso una privatizzazione selvaggia delle risorse idriche del Sannio.

Il Comitato dell'Acqua sannita porta a conoscenza che si sta tentando di inserire nuovamente all'ordine del giorno del Consiglio comunale, l'argomento dell'aumento di capitale di Gesesa a discapito del Comune, che vedrebbe diminuire ancora di più, dopo l'ingresso del Cabib, la sua partecipazione nel capitale sociale. Il comitato chiede ai rappresentanti delle Istituzioni locali che cosa sia cambiato rispetto alla precedente delibera (presentata e poi ritirata nello scorso dicembre 2017)?

Evidentemente nulla e, pertanto, al momento l'argomento non è stato riproposto in Consiglio Comunale. Non è da escludere, però, che dopo le vacanze pasquali la maggioranza tenterà nuovamente di “liberarsi” di ulteriori quote sociali a favore del socio di maggioranza contro gli interessi della popolazione sannita.

Ancora più preoccupanti sono le dichiarazioni del presidente dell'Eic (Ente Idrico Campano) Luca Mascolo, apparse sulla stampa locale de 'Il Mattino' del  27.03.2018, che auspicava l'aggregazione dei gestori del servizo idrico campano, con particolare riferimento alle province di Avellino e Benevento. La volontà politica di creare una piccola multiutility che accorpi Gesesa spa e Alto Calore spa, va chiaramente contro quella delle nostre popolazioni.

Il popolo sannita dell'Acqua non intende accettare che Gesesa ed Alto Calore vengano accorpati all'Acquedotto pugliese - né tantomeno - che finiscano interamente in mano ai privati. Noi, invece, esigiamo che si obbedisca al referendum del 2011 e che la volontà popolare venga rispettata.

Il comitato sannita esprime allo stesso tempo piena soddisfazione per il dibattito popolare con padre Alex Zanotelli, dal titolo “L'acqua del nostro territorio è in pericolo” che si è tenuto il 26.03.2018 a Benevento, al quale hanno preso parte centinaia di cittadini sanniti ed Irpini. La popolazione intervenuta, anche alla presenza di numerosi rappresentanti delle istituzioni, ha compreso che la nostra acqua deve ritornare interamente nelle mani pubbliche.




Articolo di Ambiente / Commenti