Corsi formativi ex lavoratori Consorzi. Asea a Regione: "Noi disponibili"

17:55:25 2973 stampa questo articolo
Asea Asea

L’Asea, l’Azienda sannita energia e ambiente della Provincia di Benevento interviene in merito ai corsi formativi che dovranno svolgere i lavoratori ex Consorzi.

L’inizio dei corsi formativi attivati dalla Regione Campania, che così prevede il graduale reintegro dei lavoratori delle public utilities e dell'area comune nel ciclo produttivo, per i lavoratori degli ex Consorzi è previsto per il primo settembre. Una svolta significativa per una vertenza che si trascina ormai dal 2009. Ma, le proteste dei lavoratori non erano mancate vista la distanza dai centri di formazione e le esigue risorse economiche a loro disposizione.

Il Decreto Dirigenziale non è andato giù nemmeno all’Asea, che scrive: “ha fortemente penalizzato gli Enti di formazione con sede in Provincia di Benevento causando, come appreso anche dai media locali e non, una oggettiva difficoltà logistica per gli ex dipendenti dei Consorzi Bn1, Bn2 e Bn3 nel dover affrontare l'organizzazione della frequenza ai corsi di competenza presso enti fuori dalla provincia di appartenenza. In effetti, l’Azienda Speciale ASEA, quale Ente di formazione regionale accreditato, veniva individuata, tra gli Organismi autorizzati all’erogazione dei corsi formativi 02 (Operatore ambientale) e 04 (Operatore per il trattamento e il recupero dei rifiuti)”.

“In riferimento a ciò – continua la comunicazione – Asea ha inviato una nota al vicepresidente ed assessore all’Ambiente della Giunta Regionale della Campania, Fulvio Bonavitacola, nonché al consigliere regionale Mino Mortaruolo, con la quale si ribadisce la totale disponibilità, nel rispetto delle prerogative di legge e con il fine esclusivo di contribuire alla soluzione del problema, ad attivarsi immediatamente per far fronte alle esigenze che la Regione dovesse ritenere di affidargli in modo di attenuare, con la piena condivisione della Provincia di Benevento, i disagi dei lavoratori degli ex consorzi, permettendo a costoro di poter effettuare i previsti percorsi formativi nel territorio di appartenenza”.



Articolo di Lavoro / Commenti