Fausto Pepe assolto in appello dalla Corte dei Conti per la vicenda dirigenti

16:29:43 2106 stampa questo articolo
Fausto Pepe, ex sindaco di BeneventoFausto Pepe, ex sindaco di Benevento

Assolto in appello l'ex sindaco di Benevento per la vicenda dell'assunzione dell'avvocato Mancini. Non vi fu danno erariale.

Fausto Pepe, ex sindaco della città di Benevento, e Umberto Maio, dirigente del conune, erano stati condannati dalla Corte  al pagamento di 60 mila euro ciascuno per un danno erariale quantificato complessivamente in oltre 770 mila euro. Insieme ai due era stato condannato anche Il Segretario Generale Antonio Orlacchio (che non ha fatto Appello).

La vicenda è relativa all'incarico dirigenziale, affidato all'avvocato Angelo Mancini nel 2006. Affidamento  che per la secondo la Corte dei Conti mancava dei necessari requisiti di professionalità: iscrizione all'Albo degli Avvocati da almeno 5 anni. In Appello la Prima sezione Giurisdizionale di Appello della Corte dei Conti di Napoli ha accolto le tesi della difesa - gli avvocati Mario Verrusio e Camillo Cancellario.

Già nella sentenza di primo grado gli altri coimputati erano stati assolti, oggi la Corte ha riconosciuto che non vi fu nessuna illegalità in quanto la mancanza di requisiti professionali considerata in primo grado, al momento dell'affidamento dell'incarico, non era prevista dalla normativa.



Articolo di Cronaca Giudiziaria / Commenti