Corpo a Corpo: Connessioni e Urla allo SpazioKörper

11:54:30 1705 stampa questo articolo
Kontakte - Korper - Centro Nazionale di Produzione della Danza Kontakte - Korper - Centro Nazionale di Produzione della Danza

Anghiari Dance Hub torna a Napoli con i vincitori del bando 2023.

Körper - Centro Nazionale di Produzione della Danza prosegue il suo proficuo sodalizio con Anghiari Dance Hub, progetto di grande valore che sostiene i giovani coreografi e offre loro molteplici opportunità artistiche. Nel corso di aprile e maggio, lo SpazioKörper ospiterà le performance dei vincitori del bando 2023. Si inizia il 21 aprile con "Kontakte" di Manuela Victoria Colacicco e "(E poi entrarono i cinghiali)" con la regia di Simone Lorenzo Benini.

Dopo il debutto ad Anghiari (Arezzo) dello scorso novembre 2023, i giovani coreografi presenteranno i loro lavori al pubblico napoletano, proseguendo il loro percorso di ricerca e approfondendo gli insegnamenti ricevuti in questi mesi da operatori e tecnici del settore. La vittoria del bando, infatti, include un prezioso periodo di formazione, un'occasione unica per esplorare le sfaccettature del proprio lavoro artistico.

Kontakte: connessioni e precarietà

"Kontakte", parola tedesca che significa "connessioni", esplora le conseguenze dell'irruzione di un elemento estraneo nell'equilibrio precario che ci siamo costruiti. Cosa accade quando la nostra stabilità viene improvvisamente compromessa? Il lavoro di Manuela Victoria Colacicco riflette sulla precarietà esistenziale, economica e climatica della nostra epoca, in cui la ricerca di stabilità si traduce spesso in un confronto sterile con il proprio ego. Un confronto che ci porta a erigere barriere per difenderci dal dolore, rischiando di isolarci e di soffocare le nostre emozioni.

(E poi entrarono i cinghiali): un urlo liberatorio

"(E poi entrarono i cinghiali)" rompe il silenzio con un urlo liberatorio ed eccessivo. Un'esplosione sonora che emerge dalle profondità del corpo e si trasforma in un potente strumento di ricerca sulla libertà. La coreografia di Simone Lorenzo Benini esplora il desiderio di affermazione di sé, l'anelito a una vita autentica e libera dai condizionamenti esterni. Un viaggio tra molteplicità, pluralità e possibili equivoci, dove l'ambiguità diventa terreno fertile per la scoperta di nuovi orizzonti espressivi. Il corpo si trasforma in cassa di risonanza e palcoscenico di questo urlo liberatorio, dando vita a una performance di grande intensità emotiva.

Appuntamento a SpazioKörper

Non perdete l'occasione di immergervi nel mondo di questi giovani e talentuosi coreografi. I due spettacoli, in programma per il 21 aprile alle ore 18:00 presso lo SpazioKörper, promettono di emozionarvi e di farvi riflettere su temi di grande attualità.



Articolo di Spettacoli / Commenti