Risparmio energetico: una scelta importante per noi e per l'ambiente

17:46:42 4375 stampa questo articolo
Energia solare, pannelli fotovoltaiciEnergia solare, pannelli fotovoltaici

Il risparmio energetico pare essere divenuta una sorta di parola d'ordine, ma perché dobbiamo risparmiare energia?

Innanzitutto va chiarito che per "energia" si intende non solo l'energia elettrica, ma anche quella termica, cioè quella che utilizziamo per riscaldarci e il motivo per il quale è assolutamente necessario risparmiare, ma forse sarebbe meglio dire ottimizzare i consumi, è il rispetto per i nostri figli e nipoti.

Le fonti energetiche alle quali attingiamo per produrre elettricità e per riscaldarci sono soprattutto fonti non rinnovabili, cioè fonti la cui quantità in natura non è infinita: un giorno i giacimenti di petrolio e metano si esauriranno, così come le miniere di carbone e quel giorno non è poi così lontano. 

Risparmiare serve dunque a protrarre più a lungo nel tempo le nostre scorte energetiche, ma soprattutto ridurre i consumi di energia significa rispettare il nostro pianeta. La combustione di materiali fossili, oltre all'immissione di diverse sostanze inquinanti e dannose sia per l'uomo che per l'ambiente, produce Co2, anidride carbonica, e i nostri consumi, sempre più elevati, hanno finito per accentuare l'effetto serra, naturalmente presente sulla Terra, ma che ora sta provocando un innalzamento della temperatura globale che avrà conseguenze catastrofiche sul clima se non interveniamo in tempo.

Fin qui abbiamo esposto i motivi principali per i quali risparmiare energia, ma ve ne è ancora uno non meno importante, anche se decisamente più egoistico: riducendo i consumi energetici si ha un notevole risparmio economico sulle bollette di luce e gas.

Un piccolo risparmio può essere effettuato immediatamente adottando semplici accorgimenti come evitare di tenere le luci accese in una stanza in cui non si soggiorna, non lasciare in standby gli apparecchi elettrici e poi ancora diminuire di un grado il termostato di casa, oppure utilizzare i mezzi pubblici invece dell'auto. Con un investimento di pochi euro si possono acquistare le lampadine a basso consumo o a led, ma è chiaro che, se veramente si vuole risparmiare, occorre intervenire non solo sulle nostre abitudini, ma anche sulla nostra casa per renderla davvero efficiente dal punto di vista energetico.

Gli interventi che si possono portare avanti sono di diverso tipo: ad esempio, Facile.it dedica ad essi ampio spazio alla pagina http://www.facile.it/risparmio-energetico.html, sulla quale mostra quali sono gli interventi possibili e permette di richiedere una consulenza. Richiedono un investimento in denaro che va da alcune centinaia di euro fino a diverse migliaia, in quest'ultimo caso c'è bisogno di un periodo di ammortamento delle spese, periodo che può protrarsi per qualche anno, ma di certo il risparmio è ancor più corposo. Tutto dipende dal denaro che si ha a disposizione, tuttavia va ricordato che per "efficientare" la propria casa sono previste agevolazioni fiscali che ammontano al 65% delle spese e che le banche concedono finanziamenti ad hoc proprio per questi interventi.

Cosa si può fare dunque? Installare pompe di calore, provvedere all'isolamento termico dell'abitazione, sostituire i serramenti, installare pannelli solari fotovoltaici e termici: in questo modo il risparmio è assicurato.



Articolo di Guide al Risparmio / Commenti