S. Marco dei Cavoti. I consiglieri Costanzo e Castello lamentano la situazione debitoria del Comune

16:42:2 2146 stampa questo articolo

Il Comune di San Marco dei Cavoti, con istanza del 30 aprile  ha chiesto un’anticipazione alla Cassa Depositi e Prestiti per  1.361.000,00 euro per il pagamento di debiti verso terzi. Questo perché il Comune, come risulta dalle motivazioni della richiesta, è in carenza di liquidità. L’importo ammesso dalla Cassa DD.PP., dopo l’istruttoria, è stato di 850.638,30 euro, dunque un parziale successo, se si trattasse di finanziamento a fondo perduto. “Ma tale non è: la somma ammessa dalla Cassa Depositi e Prestiti, invece, risulta essere un mutuo trentennale che il Comune dovrebbe poi restituire con gli interessi” – hanno commentato in una nota i consiglieri comunali Domenico Costanzo e Valentino Castello. “Dalla documentazione allegata alla richiesta di mutuo, risultano non pagate negli anni, dal Comune a diversi gestori, numerose bollette relative a fornitura di energia elettrica per la pubblica illuminazione e per i consumi degli edifici comunali. L’importo complessivo è di 385.994,24 euro. Come se non bastassero i debiti noti nell’ultimo Consiglio Comunale del 25 maggio scorso – hanno concluso Costanzo e Castello -, all’approvazione del Consuntivo 2012 il Segretario ha reso noto che il futuro debitorio della comunità è preoccupante ancora più di quanto si possa immaginare”.



Articolo di Fortore / Commenti