San Salvatore Telesino. Il 27 giugno letteratura e teatro con Pierluigi Tortora

16:22:27 1132 stampa questo articolo

Venerdì 27 giugno, alle 18.30, all’Abbazia del Santo Salvatore, l’associazione culturale Amici della Biblioteca di San Salvatore Telesino presenta ‘Racconti brevi di un ragazzo qualunque nato a Caserta nel 1963’ di Pierluigi Tortora (A Sud dei Teatri - La Bottega del Teatro). E’ il racconto di un Pierluigi adolescente, dei suoi amici, della sua Caserta, attraverso cose, fatti e persone. E incontriamo personaggi come il cuoco Peppe ‘o muccuso, il trattore Giovanni, il lavapiatti e ‘ricchione’ Gigino, il tabaccaio Mimì, ‘?improbabile ‘Red Devil’ Amedeo, il comunista Martino, il sempre ubriaco Vincenzo e la sua consorte Esterina. Teatro e letteratura si incontrano, in un libro agile e piacevole. Pierluigi Tortora è nato a Caserta 50 anni fa. La passione per il teatro è nata frequentando l’oratorio della sua città. Dalle Pulcinellate di Antonio Petito, al teatro di Viviani e Eduardo, il passaggio è rapido e obbligato. Nel 1982 forma con alcuni compagni di scena ‘Il teatro della bugia’, con cui produce diversi lavori. Nel corso degli anni si caratterizza basandosi sul necessario incontro tra l?avanguardia e la tradizione teatrale. Il canto e la musica accompagnano quasi sempre la messinscena dei suoi lavori. Ha utilizzato come forma di studio applicata anni di palcoscenico. Dal 1996 è socio fondatore dei ‘Teatri Invisibili’. Alcune delle produzioni a cui ha preso parte sono ‘Il Misantropo’ - Teatri Uniti - con Toni Servillo e Iaia Forte; ‘Le False Confidenze’ - Teatri Uniti - con Toni Servillo e Anna Bonaiuto; ‘Pinocchio’ - Teatri Uniti - con Roberto De Francesco e Toni Servillo. E’ stato protagonista con lo spettacolo ‘Comunista’ di Angelo Ferracuti, per la regia di Alessandro Perfetti. Attualmente è in scena con lo spettacolo ‘L’inchiesta’ che narra le ultime ore di San Pio da Pietrelcina e ‘Giuseppina, una donna del Sud’, un suo monologo in cui racconta la storia di una donna del sud che ha vissuto tutto il secolo ‘900. Per il cinema ha partecipato al film di Paolo Sorrentino ‘L’uomo in più’ con Andrea Renzi, e ‘Lascia perdere Jhonny’ di Fabrizio Bentivoglio. Ha lavorato inoltre nel film ‘Mozzarella Story’ del regista Eduardo De Angelis. Ha ideato e realizzato in un antico Eremo a Casertavecchia, un festival di teatro giunto alla sua V edizione ‘Eremo visibile/invisibile’. Nel quartiere Acquaviva di Caserta, dal 2006, ha aperto un piccolo spazio denominato ‘La bottega del teatro’, dove svolge laboratori, incontri e performance teatrali.



Articolo di Persone / Commenti