Caserta. Botti illegali nascosti in cantina. Responsabile denunciato alla magistratura

12:55:2 1978 stampa questo articolo
Caserta. Botti illegali nascosti in cantinaCaserta. Botti illegali nascosti in cantina

I militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Caserta hanno trovato e sottoposto a sequestro oltre 17 kg. di fuochi pirotecnici, illegalmente prodotti e detenuti in un appartamento del Comune di Maddaloni.

Le Fiamme Gialle, a seguito di indagini, hanno individuato il luogo dell'attività illecita sottoponendolo a controllo e, dopo aver acquisito i necessari indizi, hanno deciso di intervenire, procedendo con una perquisizione mirata che ha portato al ritrovamento del materiale esplodente.

Le minuziose ricerche hanno consentito ai Finanzieri di trovare nella cantina dell’abitazione alcuni banconi, dotati di attrezzature professionale per la lavorazione artigianale di materiale esplodente e, nelle immediate vicinanze, alcune casse, al cui interno vi erano, tra l’altro, “bombe” e fuochi d’artificio già perfettamente confezionati e pronti per essere utilizzati.

Il materiale esplodente, di diversa qualità e manifattura, aveva una massa attiva di 3,5 kg. e, quindi, un elevato potenziale deflagrante che in caso di innesco accidentale, avrebbe provocato notevoli danni al fabbricato e alle abitazioni circostanti. In merito al rinvenimento dei “botti” il proprietario dei locali non è stato in grado di esibire alcuna documentazione che ne giustificasse il lecito acquisto ed anzi, nel corso delle operazioni di servizio, i militari hanno accertato che le “bombe” venivano prodotte abusivamente, in maniera artigianale, violando le norme sulla sicurezza e senza adottare alcuna cautela per la pubblica incolumità.
Il responsabile, pertanto, è stato deferito alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere per detenzione abusiva di prodotti esplodenti, nonché per fabbricazione abusiva di materiale esplosivo.



Articolo di Caserta / Commenti