Presentata SchoolWorld, un'App Made in Sannio per il mondo della Scuola

15:31:56 3951 stampa questo articolo
School World, l'App per il mondo della scuolaSchool World, l'App per il mondo della scuola

Nasce a Benevento un'applicazione per le scuole che - ancora in versione beta - riscuote interesse in tutta Europa.

Un'App che collega scuole e famiglie, un nuovo canale che rende più efficiente la comunicazione delle informazioni relative agli studenti ai loro genitori. E' quanto promette una originale applicazione made in Sannio presentata ieri mattina presso l'istituto scolastico Sant'Angelo a Sasso di Benevento.

SchoolWorld è quindi un ponte per unire i protagonisti del mondo della scuola: studenti, genitori, insegnati e segreteria, il tutto attraverso il dispositivo che tutti portiamo oggi con noi, lo smartphone.

La scuola ha da sempre l'esigenza di inviare periodicamente od occasionalmente comunicazioni di servizio ai genitori degli allievi. Orari scolastici, colloqui, assenze scolastiche, convocazioni urgenti sono spesso state comunicate di volta in volta con lettere, telefonate, sms ed ultimamente con Whatsapp.

Dall'esigenza di un genitore, un ingegnere della App&project, è nata quindi l'idea di un'App che supplisse a questa necessità. A differenza degli altri strumenti di comunicazione, infatti, tutte le informazioni dei figli sono raccolti in un'unico raccoglitore dove sono sempre disponibili. Le informazioni sono suddivise per Istituto, classe e singolo allievo, in modo da distinguere i diversi livelli di riservatezza delle informazioni.

Michele Ruscello, dirigente scolastico molto attento al mondo dei giovani e all'innovazione, che ha sponsorizzato l'adozione dell'App da parte della Sant'Angelo a Sasso – dove la versione beta sarà testata sul campo – ha sottolineato quella che è diventata oggi una nuova esigenza, a cui l'app risponde egregiamente: informare contemporaneamente e puntualmente i genitori separati. In quasi tutte le classi sono ormai presenti studenti i cui genitori sono separati o divorziati e si rende sempre più necessario informare non il solo genitore affidatario, ma anche l'altro. Ruscello ha trovato quindi in questo strumento una funzione adatta a rispondere adeguatamente a questa esigenza.

L'app è stata presentata da Giovanni Mori, collaboratore dell'App&Project che ha sviluppato l'applicazione, ad una folta platea di insegnati alla Sant'Angelo a Sasso. Platea che si è dimostrata molto attenta e che pragmaticamente ha sollevato già diverse richieste di funzionalità.

"Questo strumento innovativo di comunicazione per il mondo della scuola sostituirà montagne di carte - ha dichiarato a margine della presentazione Michele Ruscello -  e riuscirà in tempo reale ad avvisare I genitori su una problematica improvvisa come ad esempio un blocco delle lezioni per neve. Gia da tempo la scuola è entrata in contatto con i genitori attraverso WhatsUp. Con la nuova applicazione potremo comunicare  in maniera sicura e semplice".

La Sant'Angelo a Sasso di Benevento sarà quindi la prima scuola a testare l'App sul campo, ma seppure ancora in versione beta "l'applicazione ha già riscosso interesse da parte di altri paesi europei", sottolineano con orgoglio alla App&Project, tanto che è già sono in fase avanzata i contatti con referenti di vari paesi.



Articolo di Scuola / Commenti