"La Medicina Generale incontra la Pneumologia", Corso Teorico-Pratico all'A.O. G. Rummo

18:43:46 4886 stampa questo articolo
PneumologiaPneumologia

Primo Corso teorico-pratico per Medici di Medicina Generale, provenienti da tutta la Campania, che da domani saranno ospiti dell'Azienda Ospedaliera "Gaetano Rummo" nella U.O.C di Pneumologia. 

L’interazione gestionale del paziente con Malattie Respiratorie, dall’ambulatorio generalista al reparto specialista. Questo il focus del Primo corso per Medici di Medicina Generale orientato alla pneumologia.  "Il Corso" - precisa il Prof. Mario Del Donno, Direttore U.O.C. di Pneumologia dell'Ospedale Rummo -  "è stato organizzato al fine di garantire una migliore interazione gestionale del paziente con Malattie Respiratorie, a partire dall’ambulatorio generalista fino al reparto specialista, ed una ottimale integrazione tra Medici Generalisti e Specialisti che insieme debbono far fronte all'incremento delle patologie respiratorie anche nella nostra realtà".

Il corso si svolgerà nei giorni 6, 9 e 17 maggio 2017 e la partecipazione garantirà la certificazione di crediti ECM.  L’iscrizione è a numero chiuso, potranno parteciparvi massimo 25 medici di Medicina Generale (Medici di famiglia), Medicina Interna, Geriatria e Malattie dell'Apparato Respiratorio.

Per il Corso è stato richiesto l’accreditamento ECM, identificato dal Ministero della Salute con il n° 184519/1  e sono stati assegnati n° 14,8 crediti formativi con una durata effettiva dell’attività formativa pari a 12 ore. Pertanto, poiché ai sensi della vigente normativa il  rilascio della certificazione è subordinato all’effettiva  partecipazione all’intero programma formativo e alla verifica di apprendimento, i partecipanti saranno tenuti  a firmare all’ingresso e all’uscita. Gli attestati saranno consegnati solo alla fine della sessione pratica.

Le malattie respiratorie

Le malattie respiratorie rivestono un ruolo di primo piano tra le patologie a più alto impatto  di incidenza e sono tra le principali cause di   morbilità e mortalità nel mondo. Infatti, patologie come la BPCO diventeranno dall’anno 2020 la  terza causa di morte e la quinta di invalidità su scala mondiale, con un carico assistenziale, diagnostico  e terapeutico, molto elevato per il Sistema  Sanitario Nazionale e per tutti gli Operatori coinvolti.

Oltre alle patologie respiratorie ostruttive più comuni come l’Asma, la BPCO e l’Enfisema fino  all’Insufficienza Respiratoria, altre patologie  hanno un ruolo importante negli ambulatori dei Medici Generalisti e Specialisti, a partire da quelle più intricate di tipo restrittivo come le  Interstiziopatie e le Fibrosi Polmonari, a quelle più complesse come la Sclerosi Laterale Amiotrofica, fino a quelle emergenti come l’OSAS ed i Disturbi Respiratori del Sonno, che determinano una grande implicazione sociale. Durante le due giornate di Corso verranno affrontati e trattati, oltre che visti nella loro applicazione pratica ospedaliera, anche i criteri razionali di metodologia diagnostica strumentale come la spirometria, la broncoscopia, la polisonnografia, ecc. e di terapia farmacologia, parallelamente agli schemi di prescrizione dell’ossigenoterapia e dei ventilatori meccanici con modalità invasiva e non.

Infine, obiettivo del Corso è quello di aggiornare e migliorare i rapporti e l’interazione tra Generalisti e Specialisti, discutendo di Percorsi Diagnostico-
Terapeutici attuali con una visione diretta ed attiva dell’iter assistenziale dei pazienti, partendo dall’ambulatorio del Medico di Medicina  Generale fino all’arrivo in una Unità Operativa  di Pneumologia, con una gestione ottimale anche  in una piccola realtà provinciale come la nostra.



Articolo di Sanità / Commenti