32milioni per il risanamento ambientale dei fiumi. 6milioni e 800mila euro per la rete fognaria di Sant'Agata de' Goti

11:16:9 2943 stampa questo articolo

Trentadue milioni di euro per il Sannio di cui 6,8 per la sola Sant'Agata de' Goti. E' questa la cifra destinata ai comuni sanniti nell'ambito del Bando di Gara, a valere sui fondi Por Fesr 2007/2013, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale europea per l'affidamento della progettazione, del coordinamento della sicurezza in fase di progettazione e della realizzazione dei lavori del “Lotto Funzionale Provincia di Benevento” del Grande Progetto “Risanamento ambientale corpi idrici superficiali delle aree interne”. Si tratta di un progetto fondamentale per il corretto funzionamento del sistema di depurazione in un’area di enorme valore naturalistico come la provincia di Benevento, ma anche per il litorale Domizio: i reflui non trattati attraverso il Calore ed altri affluenti confluiscono nel Volturno e, quindi, contribuiscono all'inquinamento delle acque marino-costiere. In particolare per i comuni del comprensorio Bn2, in cui rientrano S. Agata, Durazzano, Dugenta e Limatola, gli interventi per circa 3milioni e 700mila euro riguardano il disinquinamento dei bacini Nord e Sud del fiume Isclero e la realizzazione di un impianto comprensoriale con relativo completamento degli emissari e collettamento fognario. 6milioni e 800mila euro saranno destinati a Sant'Agata per il completamento della rete fognaria comunale. Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Carmine Valentino che ha voluto sottolineare che questi progetti sono il frutto ed il coronamento di un lavoro coordinato tra l'Amministrazione Provinciale di Benevento, gli Enti Locali e la Regione Campania. “Rispetto alle promesse del passato - ha dichiarato il Primo Cittadino – quest’amministrazione si è distinta per essere riuscita a portare all'attenzione delle preposte Istituzioni le proprie problematiche con concretezza e tempismo. Anche nel settore della tutela dell'ambiente e della salvaguardia del territorio abbiamo attivato iniziative di collaborazione istituzionale che hanno reso possibile il raggiungimento di tali risultati. S. Agata è riuscita, anche grazie al lavoro di coordinamento portato avanti dall'Amministrazione Provinciale di Benevento, ad interfacciarsi con la Regione Campania e con il soggetto attuatore dei progetti di risanamento ambientale, ovvero l'Agenzia Regionale per la Difesa del Suolo (ARCADIS) ed a portare sui preposti tavoli tecnico-istituzionali proposte concrete per la tutela e la riqualificazione di un territorio che per troppi anni è stato dimenticato ed abbandonato a sé stesso. Da questo momento faremo tutto il possibile per garantire e garantirci che i progetti che interessano Sant'Agata vengano realizzati nel migliore dei modi. Continueremo la nostra attività di interazione e collaborazione con i soggetti attuatori di questi interventi di riqualificazione ambientale. Lo stanziamento di fondi per il completamento della rete fognaria per Sant'Agata de'Goti – ha concluso il sindaco Valentino - è un obiettivo storico che questo governo locale è riuscito a raggiungere solo grazie ad una ritrovata credibilità politico-amministrativa”.



Articolo di Valle Caudina / Commenti