Airola. Torna la kermesse 'Riscopriamo il Borgo'

11:50:14 2588 stampa questo articolo
Airola (foto di archivio)Airola (foto di archivio)

Mancano poche ore al via della terza edizione di di “Riscopriamo il Borgo”, organizzata dalla Pro Loco di Airola in collaborazione con Comune di Airola, Unione Nazionale Pro Loco d'Italia (UNPLI) e Camera di Commercio di Benevento.
Il taglio del nastro è infatti previsto per domani, 31 agosto, alle 18, presso la Chiesa di San Lorenzo al Borgo, alla presenza di Michele Napoletano, sindaco di Airola, e di Ivo Visciano, presidente della Pro Loco. Proprio la piccola chiesa sconsacrata di piazza Borgo rappresenta il simbolo dell'evento: l'edificio è stato infatti riaperto al pubblico, dopo una chiusura forzata di oltre 40 anni (durante i quali è stato depredato di parecchi beni, dai quadri alle sculture al portone originario), proprio in occasione della prima edizione della manifestazione nell'agosto 2011. Nell'ottica di restaurare ed arricchire la Chiesa, da allora trasformata in spazio disponibile per le associazioni del territorio per eventi culturali, quest'anno saranno installati ai lati dell'edificio i lampioni di ghisa di meta '800, restaurati da Pasquale Maione nel laboratorio di Angelo Napolitano. La riscoperta e la valorizzazione di piazza Borgo, delle sue ricchezze dimenticate nell'incuria e dei suoi caratteristici scorci è l'obiettivo principale di “Riscopriamo il Borgo”, frutto della ferrea determinazione di Bartolomeo Laudando, artista e socio della Pro Loco, e della popolazione di piazza Borgo. Appoggiata sin dall'inizio dalla Pro Loco airolana, prima con Giacomo Rivetti (presidente fino al 2013) e attualmente con Ivo Visciano, la manifestazione si disloca su tre location: piazza Tribunali, piazza Borgo e l'area di San Michele a Portanova, recuperata un anno fa, in occasione della seconda edizione di “Riscopriamo il Borgo”, grazie al lavoro di una squadra di volontari composta dai residenti.
La collaborazione della cittadinanza di piazza Borgo e dintorni è stata decisiva nella buona riuscita delle precedenti edizioni. E anche quest'anno un'intera borgata di uomini e donne, giovani e meno giovani, ha offerto il proprio aiuto nell'allestimento degli spazi, nella pulizia dei vicoli, nella preparazione dei cibi. Passando per le aree interessate, si respira un'attesa fremente per l'inaugurazione di domani sera, cui seguirà la prima parte del programma: apertura delle botteghe del gusto (zuppe, frittelle e frittate di cipolla, pizza “sciriatura”, vini del Taburno) e dell'artigianato nei vicoli di piazza Tribunali, dalle ore 18.30; vernissage della mostra di ceramiche d'arte della bottega “N. Giustiniani” nella Chiesa di San Lorenzo al Borgo, visitabile dalle 18.30; il gioco del Palo della Cuccagna (ore 20, Piazza Tribunali) e infine il concerto dell'ensemble folk Contacunti (ore 21 in San Michele a Portanova); per i più piccoli, tra Piazza Tribunali e i vicoli adiacenti, “Mercatino dei Bambini” e “Il Paese dei Balocchi”, per riscoprire i giochi d'altri tempi (corsa con i sacchi, rottura della pignatta, la campana, tiro ai barattoli e tiro delle freccette).



Articolo di Valle Caudina / Commenti