Un campo per Carmelo in Tanzania. Domani presentazione iniziativa

17:31:7 1508 stampa questo articolo
Un campo per Carmelo Un campo per Carmelo

La presentazione avverrà domani, venerdi 31 agosto, alle ore 19 a San Giorgio La Molara
in occasione dei 25 anni dalla fondazione della Polisportiva San Giorgio.

Un campo per Carmelo” nasce dalla volontà dei promotori (“Imbriani non mollare”, la “Congregazione dei Missionari del Preziosissimo Sangue”, NTR24 e “Hitch2 Produzioni”) di lasciare un segno tangibile, di omaggiare la memoria e rendere più vivo il ricordo del percorso terreno di Carmelo Imbriani, il calciatore –principalmente di Napoli e Benevento- prematuramente scomparso che ha lasciato un’importante eredità legata ai valori dello sport, agli ideali di un calcio sano e di un approccio allo sport che possa essere anche palestra di vita e maestro di comportamento.

Venerdì 31 agosto, nell’ambito dei festeggiamenti per il venticinquennale della fondazione della Polisportiva San Giorgio, presso l’Auditorium Comunale di San Giorgio la Molara, verrà proiettato il docufilm “Volevo Essere Imbriani”, prodotto da Hitch2 Produzioni, da un’idea di Alberto Scarino, per la regia di Umberto Rinaldi, verrà presentato il progetto di raccolta fondi per la realizzazione di un Centro Sportivo, adiacente il St. Gaspar Referral and Teaching Hospital ad Itigi - Singida, in Tanzania.

Il contesto

Il St. Gaspar Referral and Teaching Hospital sorge a Itigi cittadina, da poco divenuta capoluogo di distretto, nella regione di Singida al centro della Tanzania. È situato a circa 150 km a nord di Dodoma, capitale del paese. Secondo il censimento del 2012, la popolazione della città di Itigi è 27,013 abitanti, mentre quella del Itigi District è di 127,440 abitanti.
L’istituzione include l’ospedale con 320 posti letto ed anche una scuola infermieri con una capacità di circa 250 studenti per la formazione di caposala e infermieri di base (scuola strutturata a campus secondo il modello del sistema scolastico tanzaniano, che è di tipo anglosassone).

L’ospedale è funzionante da più di 28 anni, offre vari servizi ambulatoriali ed ha reparti di medicina interna, chirurgia, ostetricia e ginecologia e infine di pediatria.
Offre inoltre servizi diagnostici che includono: ultrasound, ECHO, Doppler imaging, vi è una moderna digital x-ray machine e un CT SCAN.

L’idea, sviluppata da Don Alessandro Manzi e che verrà coordinata da don Terenzio Pastore, responsabile della “Congregazione dei Missionari del Preziosissimo Sangue”, consiste nella realizzazione di un Centro Sportivo dedicato a Carmelo Imbriani che sorgerà nell’area posta sul retro del complesso dell’ospedale St. Gaspar di Itigi. La scelta offre il duplice vantaggio di fornire una struttura fruibile per l’intera cittadinanza e di essere un volano per tutta l’area a monte dell’ospedale, ancora non raggiunta da servizi, che così potrebbe incentivare la volontà di riqualificare quell’area, oltre ad essere un efficace strumento di promozione umana importante in una Regione come quella di Singida (daquest’anno una squadra di calcio, il Singida United è stata promossa nella Prima Serie della Tanzania).

Il terreno su cui sorgerà la struttura è di proprietà dell’ospedale che in questo modo lo donerebbe al progetto. Nell’area è già stato scavato in passato un pozzo (e in una zona in cui non piove per sei mesi all’anno l’avere l’acqua è qualcosa di fondamentale per ogni attività). L’idea progettuale è modulabile in vari step. Si partirà dal campo di calcio, si proseguirebbe con la pista di atletica, gli spogliatoi, i campi da basket e volley, un’area giochi attrezzata, le gradonate, alcuni negozietti che permettano di tenere l’area sicura e controllata
Il progetto verrà realizzato con il supporto dei Missionari presenti in loco al St. Gaspar Hospital che coordineranno i lavori e con l’utilizzo di manodopera locale, permettendo così una occupazione temporanea di maestranze durante la realizzazione del progetto ed in seguito con staff fisso.

I passi successivi sono fatti in modo che in qualsiasi momento il progetto si possa ritenere concluso, a seconda dello sforzo economico che si deciderà di mettere in atto.

La sottoscrizione

Sarà possibile sottoscrivere la donazione collegandosi al sito www. Hitch2.it dove si potrà contribuire con carta di credito, paypal o mediante bonifico bancario, il cui conto presso Banca Etica è stato aperto da don Terenzio Pastore della “Congregazione dei Missionari del Preziosissimo Sangue”.



Articolo di Volontariato / Commenti