Aversa. Pluripregiudicato arrestato dalla Polizia per usura e tentata estorsione

9:0:17 5287 stampa questo articolo
Agente di PoliziaAgente di Polizia

La Polizia di Stato del Commissariato di Aversa, ieri mattina, ha tratto in arresto Carlo Sfoco 58enne pluripregiudicato di Aversa, in esecuzione all'ordine di custodia cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Napoli Nord, perché ritenuto responsabile di usura e tentata estorsione. 

Le indagini, esperite da personale del Commissariato della Polizia di Stato di Aversa, sono state originate dalla denuncia di un venditore ambulante del luogo. Dalle indagini sono emerse la responsabilità di Sfoco, appartenente alla nota famiglia di malavitosi, c.d. dei “Setacciari” di Aversa, dedita alla commissione dei reati di usura - spaccio di sostanza stupefacente ed altro.

E' stato infatti accertato dalle indagini, si accertava che l'uomo aveva concesso alla vittima, venditore ambulante in Aversa, un prestito di 13.000 Euro, dietro pagamento di un corrispettivo di 500 Euro mensili di interessi, oltre al capitale da consegnare, in contanti, in unica soluzione. Il pluripregiudicato al fine di esigere il pagamento degli interessi usurai, il cui tasso arrivava al 46% della somma prestata, ha posto in essere ripetute azioni di violenza e minaccia nei confronti della vittima e dei suoi familiari. Le minacce sono culminate in un’aggressione, durante la quale lo Sfoco brandiva un coltello con cui ha danneggiato l'auto del denunciante. Lo Sfoco, rintracciato presso la sua abitazione, è stato accompagnato presso gli Uffici del Commissariato della Polizia di Aversa e, dopo gli adempimenti di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.



Articolo di Caserta / Commenti