Boom di ascolti per S. Agata de' Goti a Masterchef Italia

16:46:13 9898 stampa questo articolo

Successo su tutti i fronti per la puntata di Masterchef Italia, andata in onda ieri sera su Sky Uno.
“Gli episodi 7 e 8 sono stati i più visti di questa edizione, crescendo del 17% rispetto alla stessa serata dello scorso anno. In media sono stati 1.133.000 gli spettatori ad aver seguito su Sky Uno i due episodi di MasterChef, una serata piena di colpi di scena con appassionanti prove, tra cui la prima esterna su un set cinematografico durante le riprese del film di Alessandro Siani "Si accettano miracoli". In particolare è stato l'episodio 7 a segnare il record di questa stagione, visto da 1.151.492 spettatori medi con l'80% di permanenza, il 3,43% di share (con picchi del 3,92%). L'8° episodio invece è stato visto in media su Sky Uno da 1.114.402 spettatori medi, con l'82% di permanenza, share del 3,87% con picchi fino al 4,63%”. Questi i dati riportati dall’Agenzia Ansa.
Per il Sannio e S. Agata de’ Goti, in particolare, è stata la serata in cui è andato in scena il borgo medioevale. Piazza Umberto I è stata la cucina degli aspiranti chef che hanno dovuto preparare i ‘cestini’ per la troup del film di Siani. Due menù differenti che poi sono stati votati dal regista, alla produzione fino agli elettricisti impegnati nelle riprese del film. Suggestive le immagini di S. Agata: quella tipica del centro storico arroccato sul tufo, i vicoletti del centro antico con i suoi portici e scorci caratteristici, fino alla proclamazione del gruppo vincitore sotto il colonnato del Duomo. Di certo, la notorietà che S. Agata ha ottenuto da Masterchef Italia ieri sera è forse maggiore e più realistica di quella di ‘Si accettano miracoli’ in cui il borgo caudino non si riconosce e di cui si da’ un’immagine di arretratezza che non corrisponde alla verità.

Nella Melenzio



Articolo di Valle Caudina / Commenti