Caserta. Arrestato per tentato omicidio il cantante neomelodico Raffaello

18:56:21 7736 stampa questo articolo
PoliziaPolizia

La Polizia di Stato ha sottoposto a fermo di polizia giudiziaria, convalidato dall’ Autorità Giudiziaria, il cantante neomelodico “Raffaello”.

Aversa - Raffaele Migliaccio, in arte Raffaello, 28 enne napoletano, è stato fermato per tentato omicidio, porto e detenzione illegale di arma comune da fuoco. Gli agenti del Commissariato di P.S. di Aversa, a seguito di una lunga attività d’indagine scaturita da una vasta operazione antidroga dello scorso 24 luglio, allorchè furono eseguiti otto provvedimenti restrittivi nel confronti di altrettanti personaggi appartenenti all’ organizzazione criminale degli “Scusuti “, hanno identificato in Raffaele Migliaccio l’uomo che, davanti ad un locale, aveva ferito a colpi d’arma da fuoco una persona.

La complessa attività d’indagine della squadra di polizia giudiziaria del Commissariato della città normanna, ha consentito la ricostruzione dell’episodio criminoso.

Lo scorso 20 giugno, nel corso della notte, a Teverola, poco prima della chiusura, davanti ad un locale era scoppiata una accesa discussione tra Raffaele Migliaccio, spalleggiato da due uomini, ed altre due persone. Improvvisamente il neomelodico si era allontanato per raggiungere la propria vettura dalla quale ha prelevato una pistola con cui ha poi esploso dei colpi all’indirizzo del locale dove stazionavano gli antagonisti, ferendone uno ad un braccio.

Dopo una breve colluttazione il Migliaccio è stato disarmato ed insieme ai due uomini si era allontanato repentinamente a bordo della propria vettura dopo aver recuperato l’ arma caduta a terra. L'attività investigativa ha quindi consentito agli agenti di inchiodare il neomelodico alle proprie responsabilità con l’adozione, nei suoi confronti, del provvedimento restrittivo.

I poliziotti hanno rintracciato il Migliaccio a Casoria (Na), il quale dopo le formalità di rito è stato associato presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere a disposizione della competente Autorità Giudiziaria



Articolo di Caserta / Commenti