Caserta. Blitz anti prostituzione della Polizia sul litorale Domitio

11:19:20 5928 stampa questo articolo

La Polizia di Stato ha reso noto i risultati di una vasta operazione, effettuata giovedì notte, lungo tutto il litorale Domitio contro l’immigrazione clandestina, il favoreggiamento e lo sfruttamento della prostituzione.

Il servizio, disposto con ordinanza del Questore di Caserta, ha visto l’impiego di 100 agenti che hanno svolto una capillare attività di controllo del territorio lungo la Domitiana, nel territorio dei Comuni di Castel Volturno, Mondragone, Sessa Aurunca e Cellole.

L’esito della massiccia operazione, cui hanno preso parte gli agenti della locale Squadra Mobile, dei Commissariati di P.S. di Castel Volturno, Aversa, Santa Maria Capua Vetere, Sessa Aurunca, Marcianise, Maddaloni, del Reparto Prevenzione Crimine Campania, del Reparto Mobile di Napoli e dei Carabinieri, portava al controllo ed alla identificazione di 30 cittadini extracomunitari di diverse nazionalità.

Diverse cittadine extracomunitarie sono state sorprese ad esercitare il meretricio lungo la Domitiana. Due prostitute albanesi sono state tratte in arresto poichè, già espulse dal territorio nazionale, rientravano in Italia senza alcuna autorizzazione e prima dei 5 anni previsti dalla normativa sull’ immigrazione e sprovviste di documenti utili all’identificazione. Nei confronti di undici giovani donne dedite alla prostituzione, di cui sette nigeriane e quattro albanesi, sono stati adottati i conseguenti provvedimenti di espulsione dal territorio nazionale ed accompagnate presso il C.I.E. “Ponte Galeria” di Roma . Mentre nei confronti di due cittadini brasiliani transessuali è stato notificato l’ ordine di lasciare il territorio nazionale. Rimane sempre alta l’ attenzione per il contrasto delle attività illecite lungo il litorale domitio.



Articolo di Caserta / Commenti