Caserta. Sequestrata oltre una tonnellata di sigarette di contrabbando. Arrestato un rumeno

19:36:22 3673 stampa questo articolo
Caserta. Sequestrata oltre una tonnellata di sigarette di contrabbando. Arrestato un rumenoCaserta. Sequestrata oltre una tonnellata di sigarette di contrabbando. Arrestato un rumeno

Oltre 5000 stecche di sigarette per un peso di una tonnellata, sono state scoperte e sequestrate dalle Fiamme Gialle a seguito del controllo di un autocarro. Arrestato il contrabbandiere, un cittadino rumeno.

Il Nucleo di Polizia Tributaria di Caserta ha sottoposto a controllo un autocarro telonato, con targa rumena, all’uscita del casello dell’autostrada A1 di Caserta Sud. L’autista di nazionalità rumena, che è apparso subito in forte stato di tensione, ha dichiarato ai militari operanti di trasportare parti di ricambio per autoveicoli, esibendo la relativa documentazione amministrativa. Le Fiamme gialle casertane – insospettite tuttavia dal fatto che la merce fosse nascosta alla vista in 5 casse di legno pressato di grandi volumi completamente sigillate – hanno deciso di procedere ad un’accurata ispezione del carico dell’automezzo, rinvenendo, abilmente occultate all’interno dei cassoni, ben 5.029 stecche di sigarette di contrabbando, per un peso complessivo di oltre una tonnellata. Le sigarette sequestrate - “Marlboro”, “LM”, “Mayfair” e “Richmond” - erano destinate al mercato campano ed erano prive del contrassegno di Stato. 

All’esito delle operazioni, le sigarette ed il mezzo di trasporto utilizzato dal contrabbandiere, per un valore di oltre 300.000 euro, sono stati sottoposti a sequestro, mentre il soggetto responsabile del traffico illecito è stato tratto in arresto per contrabbando di tabacchi lavorati esteri.
Sono in corso indagini per risalire alle rotte di approvvigionamento delle bionde e individuare eventuali altri responsabili del contrabbando, fenomeno che risulta essere, nell’ultimo periodo, in sensibile ripresa, sia sotto il profilo della vendita al minuto che del commercio all’ingrosso.
 



Articolo di Caserta / Commenti